Browsing Category

Viaggi

Viaggi

In vacanza con lo sconto su Alpostomio.com

Sharm-el-Sheick ad agosto su alpostomio.com
Soggiorno a Gallipoli dal 18 al 25 maggio su alpostomio.com

Gallipoli, la perla dello Ionio, soggiorno dal 18 al 25 maggio su alpostomio.com

È il momento di pensare a una vacanza? Ecco le offerte più interessanti che possiamo trovare per una vacanza con lo sconto su Alpostomio.com

Le vacanze degli italiani tendono ad accorciarsi e sembra che quelle 2019 avranno una durata media di circa 10 giorni. Aumentano invece i weekend fuori città sempre più frequenti soprattutto in bassa stagione. Le mete preferite per le vacanze estive saranno  soprattutto quelle di mare con Sardegna, Puglia e Lazio come regioni più appetibili. A dirlo anche una ricerca di Subito.it che ha analizzato 7,6 milioni di ricerche di case vacanze effettuate sulla piattaforma dal primo gennaio al 5 maggio, per capire caratteristiche, mete e desideri degli italiani per la stagione estiva che sta per arrivare. La Sardegna dunque sarebbe la meta d’eccellenza per i vacanzieri, con località come Costa Rei, San Teodoro e Villasimius. La Puglia risponde con località quali Torre Lapillo e Porto Cesareo. Se cerchiamo una vacanza e magari vogliamo risparmiare una soluzione oggi c’è una soluzione in più: le offerte per una vacanza con lo sconto su Alpostomio.com che consentono di viaggiare risparmiando. In questi prima metà di maggio per esempio si possono trovare alcune proposte interessanti.

 

Offerte vacanza con lo sconto su Alpostomio.com

18 maggio – 25 maggio

Una partenza da Venezia in vendita su alpostomio.com

Una crociera nel Mediterraneo Orientale può essere una vacanza con lo sconto ideale e si trova su alpostomio.com

Soggiorno a Gallipoli, la splendida perla dello ionio, in appartamento, bilocale dove è possibile alloggiare fino a 4

persone. anche solo una coppia di uomo e donna. il parcheggio auto è disponibile anche in strada. è previsto il cambio nome di 90 euro compreso nel prezzo totale.

Ceck-in 18 maggio 2019 check out 25 maggio 2019 prezzo complessivo 200 euro

https://www.alpostomio.com/it/ticket/1381

Sharm-el-Sheick ad agosto su alpostomio.com

Due settimane ad agosto a Sharm-el-Sheik con alpostomio.com

12 agosto – 27 agosto

Soggiorno di 2 settimane al Renaissance Sharm el Sheikh Golden View Beach Resort (5 stelle), che offre una splendida vista sulla riviera del Mar Rosso, garantendo un accesso diretto alla vita sottomarina.

Soggiorno per 2 persone + biglietti aereo a/r

Check-in 12 agosto 2019 check out 27 agosto 2019 prezzo 1028.00 euro

https://www.alpostomio.com/it/ticket/1337

5 settembre – 7 settembre

Soggiorno per tre persone all’Adagio Aparthotel Marne la Valle Parigi-Disneyland in un monolocale da tre

anche Disneyland Paris con lo sconto su alpostomio.com

Il divertimento e l’allegria di Disneyland Paris a settembre su alpostomio.com

persone per due notti, a tre minuti di navetta gratuita da Disneyland Paris

Check-in 5 settembre 2019 check out 7 settembre 2019 a 150 euro invece di 193 euro

11 ottobre 2019 – 18 ottobre

Crociere con partenza da Venezia il 11/10/2019 con MSC per due persone nel Mediterraneo orientale. Dopo la partenza da Venezia,  scali a Bari, Santorini, La Canea (Creta), Argostoli (Cefalonia) e Spalato. Pensione completa – cabina matrimoniale interna.

Check-in 11 ottobre 2019 check out 18 ottobre 2019 a 1350.00 euro  invece di 1488.00 euro

https://www.alpostomio.com/it/ticket/1300

Viaggi

Il Giappone e la sua cucina

In Giappone la cucina riesce sempre a sorprendere
anche i piatti di sushi possono essere personalizzati

Il Giappone non è solo sushi, il migliore in ogni caso a Tokyo si mangia nei pressi dell’ex mercato del pesce a Tsukiji e nel vicino quartiere di Ginza

Alla scoperta del Giappone e della sua cucina con Alpostomio

da Liberi Tutti del Corriere della Sera

Giappone dove la tavola è un’arte

Se Tokyo con le sue 230 stelle Michelin è la capitale mondiale dell’alta cucina, l’intero arcipelago sa regale esperienze uniche, grazie a una cultura culinaria che non ha eguali al mondo, ingredienti tra i più prelibati e preparazioni che sono veri e propri cerimoniali. In nessun altro posto al mondo la cucina si avvicina di più all’arte che in Giappone, dove l’esperienza della tavola riserva sempre qualcosa di speciale. È sufficiente arrivare a Tokyo per rendersene conto. Vivace, inebriante e ricca di fascino, la capitale nipponica combina in modo unico tradizione e modernità, così è sufficiente una passeggiata di 10 minuti per passare dal Palazzo Imperiale con i suoi incantevoli giardini al quartiere di Ginza, famosa in tutto il mondo per l’eleganza dei suoi negozi e per le luci multicolori delle sue insegne al neon. Qui, all’ombra dei grattacieli e delle insegne del lusso, sono innumerevoli gli indirizzi per gustare la miglior cucina del mondo: il sushi più tradizionale e appetitoso, naturalmente, ma anche esempi di alta gastronomia europea: dall’italiana, con diversi ristoranti dei nostri chef più noti, alla francese. Tra i tanti nomi quello del leggendario e

L'alta cucina è di casa a Tokyo, la città con più stelle Michelin. Joel Robuchon, ha più ristoranti il principale anel quartiere di Ebisu

L’alta cucina è di casa a Tokyo, la città con più stelle Michelin. Joel Robuchon, ha più ristoranti il principale nel quartiere di Ebisu

recentemente scomparso Joel Robuchon, il cuoco più stellato al mondo capace di rivoluzionare la cucina francese e di reinventare persino il purè di patate e che ha aperto un elegante ristorante tre stelle a Ebisu e altri locali a Roppongi, Nihonbashi, Marunouchi e Shibuya. Tokyo, del resto, è la città con il più alto numero di stelle Michelin, 230 nell’edizione 2019 della guida. Un primato che testimonia la qualità, ma anche la varietà. Perché in città è possibile gustare il meglio di qualsiasi cosa e anche il ramen, una delle tipiche ricette a base di zuppa e noodles, può vantare i suoi ristoranti stellati. Alla qualità dei cuochi, inoltre, fa eco quella delle materie prime. C’è al mondo una carne più famosa e prelibata di quella di Kobe? Particolarmente pregiato il manzo di Kobe è della razza di Tajima e si caratterizza per la perfetta distribuzione del grasso nella massa muscolare. Tenera e saporita, è una carne ideale alla griglia o su piastra, teppanyaki, ma anche come componente del sukiyaki, piatto che si prepara direttamente al tavolo con carne tagliata a fettine sottili, insieme a verdure, tofu e noodles. Se però non si è in vena di alta cucina nessun problema: Tokyo è piena di izakaya, i pub giapponesi dove si può sorseggiare una birra nipponica – Asahi, Kirin o Sapporo – oppure sake o shochu. Anche per le bevande alcoliche, infatti, c’è un’ampia varietà di scelta. Così accanto al più celebre sake, prodotto per fermentazione, ci sono anche distillati, shochu, che possono essere di riso, grano saraceno, patate o altro. Il più tipico è quello dell’isola di Kyushu, che è situata nella parte sud-occidentale del Giappone ed è

Gli izakaya molto diffusi in Giappone

Gli izakaya, i pub giapponesi sono molto diffusi si può mangiare e bere

considerata la culla delle sua civiltà. Negli izakaya si possono mangiare a prezzi accessibili yakitori, spiedini di carne e verdure alla griglia e karaage, frittura tipica, prevalentemente a base di pollo o verdura. E per trovare quello che fa al caso nostro il posto giusto è senz’altro Shinjuku, quartiere ricco di grattacieli ultramoderni che nei piani più alti ospitano ristoranti con splendide viste panoramiche.

Mare e pesce protagonisti

Il Giappone è un arcipelago con oltre 6000 isole, è naturale che il mare abbia un ruolo fondamentale anche in cucina. E il mercato del pesce di Tokyo è lì a testimoniarlo. Lo scorso ottobre si è trasferito in una nuova sede nel quartiere di Toyosu, lasciando quella storica di Tsukiji a poca distanza da Ginza. Qui però si trovano ancora i locali dove gustare il miglior sushi ed è possibile osservare i maestri preparare abilmente i loro piatti. Tra i diversi ristoranti Sushi Aoki, celebre perché si rifà fedelmente alla tradizione del periodo Edo, e Sukiyabashi Jirō, dell’ultra novantenne maestro Jiro Ono.

Un’infinità di ricette locali

Un ryokan tradizionali locande giapponesi

Un tipico ryokan i tradizionali alberghi del Giappone

Ricca e variegata la cucina giapponese presenta un’infinità di ricette regionali, a Tokyo, per esempio, si può gustare il fukagawa- meshi, vongole e porri cotti in una zuppa di miso e serviti in una ciotola di riso, ricetta del quartiere di Fukagawa, che solo un secolo fa era un villaggio di pescatori alla foce del fiume Sumida-gawa. Anche Tsukishima, l’isoletta artificiale costruita sul finire del XIX secolo, ha il suo piatto tipico: monja-yaki, quasi un pancake salato preparato con verdure, carne, frutti di mare o pasta.

A Kyoto domina la tradizione

Se la tavola a Tokyo può stupire, visitando Kyoto si può restare meravigliati. L’antica capitale, inserita nell’’elenco

kaiseki ryori, il pasto tradizionale giapponese

Kaiseki ryori, il pasto tradizionale giapponese molto più che un semplice pasto

dei  patrimoni dell’umanità riconosciuti dall’Unesco, è ricca di templi e giardini zen e offre la possibilità di vivere esperienze gastronomiche uniche. È sufficiente entrare in un ryokan, la caratteristica locanda tradizionale, per respirare un’atmosfera magica e arcaica: stanze spoglie, pavimenti con tatami, porte scorrevoli che danno su una loggia e graziosi giardini con un padiglione dedicato alla cerimonia del tè. Ambienti ideali per vivere l’esperienza del kaiseki ryori, il pasto tradizionale giapponese. La sensazione non è quella di mangiare, semmai di assistere a un rito, grazie alle numerose portate che si susseguono tutte diverse per ingredienti, cottura e presentazione e che sono servite su ciotole e piatti finemente lavorati. Nulla è lasciato al caso, persino la disposizione dei piatti che segue rigorosi criteri estetici e tutto è assolutamente speciale, a partire dagli ingredienti, sempre freschissimi e di stagione. Un’’altra esperienza da non perdere è la cerimonia del tè. Per eseguirla si usa il matcha, il tè verde giapponese dal gusto un po’ amarognolo che però è ampiamente bilanciato dai dolci tradizionali: i deliziosi wagashi, prodotti solo con ingredienti naturali.

La cucina dei monaci zen

Takoyaki le gustose polpette di polipo tipiche del Giappone

Takoyaki le gustose polpette di polipo tipiche di Osaka

Decisamente originali sono anche le sensazioni che regala il monte Kōya, uno dei luoghi più sacri del Giappone e fra i suoi maggiori centri monastici. Soggiornando nei tipici alloggi per pellegrini, shukubo, si possono assaggiare le ricette della cucina buddista shojin ryori. Ispirata al principio che vieta di «prendere la vita» a qualsiasi essere vivente, si basa su ricette per lo più vegane ma non per questo meno gustose o saporite. Come non farsi tentare, per esempio, da un tempura vegetale? Senza contare i piatti a base di tofu che qui è preparato in modo speciale con una consistenza unica e un gusto particolarmente delicato. Nella regione del Kansai si trova anche Ōsaka, che per molti è la capitale gastronomica del Giappone, perché qui persino lo street food è squisito. Così, mentre si passeggia per Dōtonbori, il quartiere più commerciale e turistico, ci si può sbizzarrire in un vero e proprio tour  astronomico, assaggiando classici udon e sushi ma soprattutto okonomiyaki, simili a pancake preparati con ingredienti a piacere, e takoyaki, gustosissime polpette di polipo dal sapore straordinario.

Viaggi

I viaggi 2019

Matera per Matera, definita «una delle città più incredibili del mondo»
Porto Rico per il NYT è lei la meta dei viaggi 2019

Porto Rico per il NYT è lei la meta dei viaggi 2019

I viaggi 2019 le segnalazioni più intriganti e le destinazioni più cool per un anno indimenticabile

Libera la voglia di viaggiare con Alpostomio e sostienilo attraverso la campagna di crowdfunding su Eppela

È il momento di iniziare a programmare i viaggi 2019 e le vacanze per i prossimi mesi. Questo, infatti, è il periodo in cui si trovano le tariffe migliori per i nostriviaggi. Oggi poi con Alpostomio non dobbiamo avere remore a prenotare o paura che qualche imprevisto possa impedirci di partire, perché sul sito è sempre possibile rivendere biglietti e prenotazioni per i viaggi 2019. Ma dove possiamo andare quest’anno?

A indicarci qualche meta ci pensano le segnalazioni e le classifiche di siti e giornali. Il New York Times con il suo «52 Places to Go in 2019», per esempio, ha indicato una serie di destinazioni decisamente interessanti per i viaggi 2019 e, in qualche caso, sorprendenti. Il primo posto assoluto è andato a Porto Rico. Dopo l’uragano Maria che l’ha colpita un anno e mezzo fa, l’isola è in ripresa e attrae i visitatori con una proposta variegata di esperienze artistiche, fashion, relax e ovviamente con le spiagge e la foresta tropicale. Sul secondo gradino del podio, il complesso archeologico di Hampi in India, con templi indù, forti e palazzi ben conservati. Il sito, Patrimonio dell’Umanità Unesco, è  oggi più facilmente raggiungibile. Al terzo posto il quotidiano mette la città californiana di Santa Barbara, che vive una vera e propria rinascita all’insegna dell’enogastronomia. È poi la volta di Monaco di Baviera che può offrire una ricchissima offerta culturale  teatro, opera, musei e concerti.

, il complesso archeologico di Hampi in India

Il complesso archeologico di Hampi in India ora è più facile da raggiungere ed è una meta per i viaggi 2019

La classifica con 52 destinazioni fornisce indicazioni per tutti i gusti e tutti i nostri viaggi 2019 e propone luoghi esotici che mescolano meraviglie naturali e cultura, come Eilat in Israele, le isole Setouchi in Giappone, Aalborg in Danimarca, Salvador in Brasile o Aberdeen in Scozia, Marsiglia e Lione in Francia, Batumi in Georgia, Plovdiv in Bulgaria o Cadice in Spagna. E poi paradisi incontaminati come le Azzorre o le Falkland, il Lake Superior nell’Ontario, le spiagge messicane di Costalegre, il Paparoa Track in Nuova Zelanda, il Lago Baikal in Siberia e i Monti Tatra in Slovacchia, fino alla Elqui Valley in Cile. Non mancano anche due destinazioni italiane: Puglia e Liguria per i nostri viaggi 2019. La prima, che si piazza al 18° posto della classifica del New York Times, è segnalata per le architetture barocche e le spiagge sull’Adriatico. Della seconda, al numero 25 della classifica, si segnala il Golfo Paradiso, il borgo marinaro di Camogli, le spiagge di Sori e l’abbazia romanica di San Fruttuoso, con la cucina di mare e la focaccia di Recco a far da gustoso contorno.

Matera per Matera, definita «una delle città più incredibili del mondo»

Capitale Europea della Cultura 2019, per Matera è definita da per Matera, definita da Skyscanner «una delle città più incredibili del mondo»

Altri suggerimenti e indicazioni per i nostri viaggi 2019 arrivano da Skyscanner, il motore di ricerca che confronta voli e prezzi di biglietti aerei e trova le migliori offerte di viaggio sul mercato. Sul sito sono segnalate le19 città europee da vedere nel 2019. Perché non 20 è un mistero, in ogni caso, anche da queste indicazioni possono emergere spunti interessanti.  Il primo consiglio è per Matera, definita «una delle città più incredibili del mondo» e che è stata nominata Capitale Europea della Cultura 2019. Il programma ufficiale prevede circa 300 eventi, dal 19 gennaio al 19 dicembre, I Sassi dunque, Patrimonio dell’Umanità riconosciuto dall’Unesco, sono protagonisti di un anno di eventi e sotto la luce dei riflettori mostrano tutta la loro eccezionalità guadagnandosi la pole position dei viaggi 2019.

Plovdiv con Matera Capitale della Cultura

L’altra Capitale Europea della Cultura 2019 è Plovdiv in Bulgaria. Raggiungibile con circa 70 minuti di auto da

Plovdiv in Bulgaria una bella meta per i viaggi 2019

Plovdiv in Bulgaria anche lei Capitale europea della Cultura e possibile meta dei viaggi 2019

Sofia, questa cittadina dal passato romano, può rivelarsi una grande sorpresa. Ad attendere i visitatori un Teatro, uno Stadio e un Foro, tutti di epoca romana. Inoltre il misterioso complesso archeologico di Nebet Tepe i cui primi insediamenti risalgono al 4000 a.C..

Skyscanner guarda a oriente anche con la terza indicazione: Tbilisi la capitale della Georgia. Sospesa tra Europa e Asia, cela tesori inimmaginabili come la Fortezza di Narikala, il futuristico Ponte della Pace o il pittoresco quartiere di Abanotubani. Oggi poi è facilmente raggiungibile dall’Italia ed è ancora lontana dalle classiche rotte turistiche. Perfetta dunque per i viaggi 2019.

Cracovia, nel sud della Polonia, non lontana dal confine con la Repubblica Ceca, è nota per il suo centro medievale ben conservato e per il quartiere ebraico. Il centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Quest’anno, inoltre, l’Accademia Europea di Gastronomia le ha assegnato il titolo di Capitale della cultura gastronomica. Un motivo in più per visitarla, no?

. Il centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco

Cracovia il suo centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco

Sempre a Est è anche Lubiana, la capitale della Slovenia, altra destinazione segnalata da Skyscanner e definita «perla dei Balcani», ricca di attrazioni e monumenti, come il triplo ponte di Tromostovje, che collega la zona vecchia con quella nuova, il particolare Ponte del Drago, in stile liberty e con feroci draghi in rame, la bellissima Piazza Prešeren, dove si affacciano palazzi storici dalle facciate colorate, e il massiccio Castello, una fortezza medievale che domina l’abitato raggiungibile con una funicolare da Piazza Krekov.

Altra segnalazione del motore di ricerca è per Grasse, in Provenza, nel sud della Francia. «La capitale del profumo mondiale» offre agli amanti delle fragranze la possibilità di visitare il  Musée International de la Parfumerie e una serie di storiche case profumiere tra le più note al mondo.

Il clima dolce dell’Algarve per i viaggi 2019

Lagos, in Algarve nel Portogallo meridionale è nota per il centro storico murato, le scogliere e le spiagge a perdita d’occhio. Anche il clima dolce tutto l’anno e i prezzi contenuti, la rendono però una destinazione decisamente interessante.

Lagos una delle perle dell'Agarve

Lagos nel sud del Portogallo regala un clima dolce un bel centro storico è ideale per i viaggi 2019

Altro nome da appuntarsi in agenda è Dundee, quarta città della Scozia, dove quest’anno aprirà un nuovo museo del design firmato dall’architetto giapponese Kengo Kuma. L’edificio sembra abbia tutto per diventare una vera e propria attrazione turistica.

Se Amsterdam può apparire una destinazione scontata per i viaggi 2019 – è infatti una delle mete turistiche più amate in Europa – decisamente più originale è l’indicazione di Eindhoven nell’Olanda meridionale e considerata come la capitale del design olandese. Nel 2019, tra l’altro,  ricorrono i 75 anni dalla morte di Piet Mondrian, fondatore insieme a Theo van Doesburg del Neoplasticismo, l’occasione per approfondire la conoscenza dell’arte moderna e contemporanea. Dopo Stavanger, in Norvegia, dove dal 24 al 27 luglio 2019 con Gladmat, il più grande festival gastronomico della Scandinavia, dove è possibile provare prodotti e ricette tipiche scandinave, Skyscanner segnala un’altra città italiana: Genova. La città della Lanterna tra le sue attrazioni può vantare l’aquario, il più grande in Italia e terzo in Europa dopo Mosca e Valencia.

Con le segnalazioni del motore di ricerca si torna al nord con Copenaghen. La capitale della Danimarca è famosa per la serenità e il benessere che vi regnano. Può offrire, inoltre, shopping di design, musei futuristici, panorami mozzafiato e vivace vita notturna.

Cultura e paesaggi pittoreschi nel cuore d’Europa

È la volta poi di Francoforte e la città di Goethe può offrire scorci magnifici nella medievale città vecchia, il mercatino di Natale più antico di tutta la Germania e, navigando sul Meno uno degli skyline più belli d’Europa.

Il sole, il mare e una Grecia meno conosciuta, più selvaggia e poco inflazionata sono le caratteristiche di Salonicco, una città di frontiera giovane e divertente, che può aprire la strada verso le meraviglie della Penisola Calcidica e le incredibili spiagge di Kassandra e Sithonia.

Un’altra «classica» meta turistica europea  è Bruxelles, che quest’anno, il 6 luglio, ospiterà la prima tappa del Tour de France ed è il punto di partenza ideale per una visita delle Fiandre, tra i villaggi fiabeschi di Bruges, Gand e

Bruges la Venezia del Belgio

Bruges una delle perle medievali delle Fiandre

Ostenda, uno più bello dell’altro.

A proposito di ricorrenze, quest’anno si celebrano i 75 anni dallo Sbarco in Normandia. Caen allora può essere un perfetto punto di partenza per andare alla scoperta delle spiagge del D-Day, ma anche per visitare i meravigliosi dintorni.

A chi è alla ricerca di mete più insolite, Skyscanner segnala Budva, in Montenegro. La città medievale, propone maestose mura di difesa e le spiagge più bianche di tutto il Montenegro. L’ultima segnalazione è per Modena, che quest’anno, in primavera, ospiterà un’edizione tutta nuova del Motor Show.

Viaggi

Weekend a Napoli occasione da non perdere

un weekend da non perdere a Napoli
Piazza Plebiscito una gita a Napoli inizia da lì

Piazza Plebiscitoil cuore di Napoli

Un weekend a Napoli un’occasione da non perdere, scontato su Alpostomio . Da venerdì 13 a lunedì 16 aprile soggiorno per 3 persone in un appartamento, in zona Vomero. La struttura si chiama Rosa’s Apartment e si trova in via Salvator Rosa 121, vicinissima alla fermata della metro.  prezzo 180 euro invece di 205 euro per l’intero soggiorno

Uno splendido weekend a Napoli, un’opportunità da non perdere, soprattutto ad aprile con il tepore della primavera. Il meteo, infatti, sarà clemente e per i prossimi giorni si prevede sole e temperature che sabato 14 raggiungeranno i 24 gradi. Cosa si può fare a Napoli nei pochi giorni di un WE?

Per prima cosa passeggiare, partendo da  Piazza del Plebiscito con i suoi edifici storici: il Palazzo Reale, la basilica reale pontificia di San Francesco di Paola, Palazzo Salerno; Palazzo della Prefettura. E poi via Toledo, l’arteria ideale per lo shopping, ma anche per immergersi nella vita di Napoli, grazie ai palazzi antichi, i monumenti e i negozi che vi si affacciano.

 

Via Toledo, la via più celebre di Napoli

Via Toledo l’arteria più intrigante di Napoli con i suoi negozi, i palazzi e la gente

Spaccanapoli 2000 anni di storia

Da via Toledo a Spaccanapoli il passo è breve. L’antico decumano inferiore che taglia in due la città, collegando i Quartieri Spagnoli al quartiere Forcella, ha un fascino tutto suo e non lesina occasioni per essere sedotti da arte e cultura. Una su tutte la Cappella San Severo, dove si può vedere una delle opere più intriganti ed enigmatiche mai realizzate: il Cristo velato di Giuseppe Sanmartino.

La domenica poi si può scegliere tra un viaggio alla scoperta della Napoli sotterranea o una gita a Capodimonte, con il suo parco perfetto per una passeggiata e il suo museo, con le sue collezioni e le mostre

I piaceri della tavola

Il tutto condito da una cucina che non ha eguali e che sa regalare le tentazioni di sfogliatelle fragranti, ideali la mattina accompagnate dal caffè più famoso del mondo, scampoli della pizza per eccellenza – del resto è nata qui – e assaggi di una cucina invitante e gustosa con i profumi e i sapori del mare quali protagonisti.

il Cristo Velato una statua da non perdere

Il Cristo Velato un’opera senza uguali in un ambiente veramente magico

La città dell’arte

Napoli è anche città d’arte e non mancano mai mostre e rassegne stuzzicanti. In questo periodo da non perdere è “Io Dalì”,  la mostra sul grande artista spagnolo al PAN|Palazzo delle Arti Napoli, fino al 10 giugno 2018, che per la prima volta in Italia racconta l’immaginario di Salvador Dalí e presenta la vita segreta dell’artista spagnolo.  Particolare poi è “Human Bodies – The Exhibition” a Città della Scienza di Napoli fino al 24 giugno 2018. Fino al 27 maggio 2018 tante particolari opere saranno esposte nel cuore di Napoli alla Basilica della Pietrasanta per una mostra dal titolo Il “Museo della Follia:da Goya a Maradona”, curata da Vittorio Sgarbi

 

Viaggi

Mykonos la perla dell’Egeo

Mulino a vento a mikonos
una veduta della città di Mykonos

Il porto e la Chora la città vecchia di Mykonos

Una vacanza a Mykonos a settembre, il voucher in vendita si Alpostomio.com https://www.alpostomio.com/it/ticket/543

Mykonos, secondo la guida Lonely Planet è la destinazione più alla moda tra le isole greche, tanto che in luglio e agosto è indicata «soltanto per chi non ha problemi di budget ed è disposto a vivere in un’atmosfera di baldoria perenne». Il posto ideale, dunque, per ballare e godersi la notte. A settembre però i suoi i suoi 80 km di spiagge e insenature spettacolari sono molto più tranquilli, i turisti sono molti meno ed è facile farsi sedurre dal suo mare turchese. Da non perdere anche qualche bella passeggiata in collina, tra il profumo di erba e arbusti. Mentre i pittoreschi villaggi possono essere la cornice ideale per lasciarsi tentare dai piaceri della cucina greca. Le spiagge poi sono davvero belle e rendono l’isola un rifugio ideale per le famiglie e i viaggiatori più giovani.

La Baia di Ornos può vantare una delle spiagge più famose delle intere Cicladi e dista solo pochi minuti in auto o in autobus dalla città

la bella spiaggia di Ornos

La bella spiaggia di Ornos

vecchia di Mykonos. I dintorni della città, del resto, sono la destinazione preferita dei turisti che cercano un albergo o una stanza vicino alle spiagge ma al contempo non troppo distanti dalla vita e dalle comodità del centro. Consentono, inoltre, di ammirare le pittoresche case bianche e le acque incontaminate della baia e, soprattutto, i famosi mulini a vento di Mykonos, che svettano sulla città dalla cima delle colline. Si trovano nella parte alta di Chora, in un magnifico belvedere con vista sul mare e sulla magnifica zona antica con le case bianche e la Piccola Venezia. I mulini a vento sono presenti anche ad Alefkandra e nel villaggio di Ano Mera, a circa 8 chilometri da Mykonos città. In origine si usavano per macinare il grano dei campi sull’isola, sfruttando i forti venti della zona, ma attualmente non hanno più questa funzione e sono tra le maggiori attrazioni turistiche dell’isola. Alcuni sono stati restaurati e sono diventati dei musei. Queste antiche costruzioni, Sono uno dei simboli più riconosciuti dell’isola e vantano una storia lunga quattro secoli e sono riconoscibili a chilometri di distanza.

 Scorcio della Piccola Venezia di Mykonos

Scorcio della Piccola Venezia di Mykonos

Da vedere anche la Chora, la città di Mykonos vecchia, le vie del centro storico, con le sue caratteristiche case imbiancate e le strette stradine piene di negozi, sono ideali per belle passeggiate, soprattutto di sera quando si animano per lo shopping.

Viaggi

È arrivato www.AlPostoMio.Com

Snoopy_very_happy

È arrivato www.AlPostoMio.Com il portale che rivoluziona le vacanze

Snoopy_for_holidayWww.AlPostoMio.com è la prima piazza virtuale dedicata esclusivamente al tempo libero e ai viaggi, dove convivono prenotazioni, voucher, biglietti e coupon messi in vendita da privati che non li possono più utilizzare – da qui il nome AlPostoMio – e le offerte di tour operator, alberghi, bed&breakfast e compagnie che rimettono in vendita posti, camere e biglietti disdetti. Il tutto ovviamente a prezzi scontati e con la garanzia della massima sicurezza.Snoopy_on_the_beach

 

 

 

Perché se non posso andare io… vai tu AlPostoMio!

https://www.alpostomio.com/it

Viaggi

Si allunga il Frecciarossa e partono nuove promozioni

Due treni in uno per il Frecciarossa 1000

il nuovo Frecciarossa 1000 adesso anche in versione extralarge e 900 posti

Con il nuovo orario, in vigore dall’11 giugno, Trenitalia propone diverse novità. La più importante è l’introduzione di un nuovo superteno da 900 posti. Si tratta di quattro Frecciarossa 1000 a doppia composizione. In pratica due Etr 1000 uniti fra loro che andranno a formare un unico convoglio di 400 metri per un totale di 16 carrozze e 914 posti disponibili. La velocità, però, è sempre di 300 km/h. Le prime corse del nuovo “supertreno” saranno, quattro al giorno, sull’asse Alta Velocità Torino-Napoli, destinate a crescere da settembre con altri quattro collegamenti. Novità anche sul fronte delle promozioni: con l’estate, infatti, parte PassXte, un pass a prezzo fisso per viaggiare nei fine settimana, per 48 ore, salendo su Frecce, Intercity e Regionali (incluse le corse di Trenord), in tutta Italia.

In vendita dal prossimo primo luglio, con un occhio di riguardo per i giovani. Per gli under 26 il prezzo di 2a classe è stato fissato in 99 euro, 129 euro per tutti gli altri. Quattro i viaggi compresi nel prezzo del pass (venti, come promozione, per i pass venduti a luglio), cinque euro il costo massimo di ulteriori viaggi, acquistabili senza limite.

Trenitalia nuovi treni e promozioni

il nuovo Orario estivo porta novità per Trenitalia

Aumentano le frequenze su alcune rotte: Milano Rogoredo sarà servita da altri 13 Frecciarossa da/per Roma (nove no stop e quattro con fermate a Bologna e a Firenze) che porteranno a 29 il totale di Frecce giornaliere con la Capitale. Due nuovi Frecciarossa tra Roma e Milano, con fermata a Bologna, faranno salire a 97 i collegamenti quotidiani tra le due città, mentre raddoppiano, da due a quattro, i Frecciargento tra Bergamo e Roma. Salgono poi a 18 le Frecce tra Pescara e Milano con due nuovi Frecciarossa, a 86 le Frecce tra Roma e Napoli con una nuova corsa Frecciarossa del mattino per Napoli e a 63 quelle tra Napoli e Milano.

biglietti scontati online

biglietti scontati su www.alpostomio.com

Un’altra novità è quella che riguarda l’introduzione da giovedì 25 maggio – di nuovi varchi preferenziali, per l’accesso preferenziale ai treni nelle stazioni di Roma Termini e Milano Centrale. Denominati “Fast Track”, i due ingressi sono riservati ai viaggiatori di biglietto Executive per treno Frecciarossa o ai titolari di Carta Freccia Platino e Oro, in partenza con qualsiasi tipo di treno, Regionali inclusi. .
I “Fast Track” sono posizionati in prossimità dei binari 9 e 10 di Roma Termini e del binario 18 di Milano Centrale (Gate E) e sono stati predisposti per consentire un più veloce accesso ai treni rispetto ai contigui varchi tradizionali, che in alcune fasce orarie fanno registrare lunghe file per il controllo dei titoli di viaggio.

Biglietti scontati Frecciarossa sulla tratta Milano-Roma e Roma-Milano si possono trovare su

https://www.alpostomio.com/it/ticket/23 e https://www.alpostomio.com/it/ticket/24

Viaggi

Vacanze 2017, TripAdvisor ci dice già dove andremo

Gallipoli la destinazione preferita dagli italiani
Gallipoli  la destinazione preferita dagli italiani

Gallipoli è la località più cercata negli ultimi mesi su TripAdvisor

Dove andremo in vacanza quest’estate? Molti non hanno ancora deciso, altri nemmeno iniziato a pensarci. Eppure si possono già fare delle previsioni. TripAdvisor, infatti, ci dà già delle indicazioni riguardanti gli interessi degli italiani, sulla base delle ricerche effettuate dagli utenti dall’inizio della primavera. Così nel suo Summer vacation value report 2017, si può scoprire che le nostre preferenze vanno per le località marittime. Tra le mete nazionali, Puglia ed Emilia Romagna dominano la top10. Al primo posto c’è Gallipoli, in provincia di Lecce, seguita dall’Isola d’Elba. Ma la Puglia piazza altre due destinazioni tra le prime dieci: al sesto posto Polignano a Mare e al nono posto Lecce. Tre destinazioni tra le prime dieci anche per l’Emilia Romagna con Cattolica in terza posizione,

Mykonos la meta preferita degli italiani all'estero

Mykonos la località estera più desiderata dagli italiani

Cesenatico in settima e Riccione al decimo posto. A completare la top ten Jesolo (quarto posto), San Vito Lo Capo (quinto) e Alghero (ottavo). Le località marittime dominano la classifica delle mete cercate su TripAdvisor anche per quanto riguarda le destinazioni estere, con Grecia e Spagna che occupano entrambe tre posti. E in testa ci sono Mykonos e Santorini con Creta al quarto posto, davanti a Formentera e Ibiza, rispettivamente quarta e quinta, mentre terza è Maiorca. Non mancano anche mete più esotiche e lontane come l’indonesiana Bali (settima) e la thailandese Bangkok (nona), mentre l’ottava destinazione preferita è Malta ed Edimburgo la decima.

Viaggi

Pasqua con chi vuoi. Ecco le migliori tariffe

Caccia all'Uovo di Pasqua a Londra
Bonn è la città più conveniente da raggiungere in aero perPasqua

Bonn è la città più conveniente da raggiungere in aero per Pasqua

Manca poco più di un mese a Pasqua e se non abbiamo già deciso dove andare – o non ci siamo ancora posti il problema – possiamo prendere in considerazione diverse opportunità valutandole in base alla convenienza del volo. Non va dimenticato, in ogni caso, che il costo del biglietto aereo, per quanto possa incidere, non è l’unico elemento da prendere in considerazione se si vuole risparmiare. Bisogna, inoltre, tenere conto che le tariffe si evolvono con il tempo, per cui, le cifre valide oggi, 25 febbraio, non è detto lo saranno anche domani. Anche poche ore, infatti, possono modificare i prezzi dei biglietti, soprattutto in periodi caldi come Pasqua. In ogni caso, utilizzando il sito https://it.skypicker.com, che combina i voli di diverse compagnie per trovare la tariffa più conveniente anche attraverso nuove tratte, come riferimento, abbiamo scoperto che si può andare in Renania, nella Germania occidentale, a prezzi accessibili. Partendo, infatti, da Milano giovedì 24 marzo alle 6.55 per Bonn e rientrando martedì 29, alle 22.00, con Ryanair, si possono spendere ancora solo 26 euro a persona. Bonn, tra l’altro, è una città che può risultare molto interessante: non solo è l’ex capitale della Germania Federale, dal 1949 al 1990, ma è anche antichissima – è sorta come fortificazione romana – e non mancano testimonianze del suo passato, per lo più medievale, come la cattedrale dedicata ai Santi Cassio e Fiorenzo edificata a partire dall’XI secolo. Famoso è anche il Castello del Principe Elettore che oggi ospita l’Università. La cosa più interessante da fare a Bonn, in ogni caso, è una tranquilla passeggiata lungo le rive del fiume Reno. Sul fiume, infatti, sorgono le ville e gli edifici più sontuosi.

Il Duomo di Colonia

Il Duomo di Colonia, tra le chiese più famose di Germania

Non lontano da Bonn, inoltre, si trova Colonia, l’aeroporto, tra l’altro, è situato in mezzo alle due città e dista circa 15 chilometri da entrambe. E se Bonn può offrire pregevoli spunti culturali e storici – compresi alcuni dei musei più visitati dell’intera Germania, tra cui la casa natale di Beethoven – Colonia può vantare la celebre Cattedrale, patrimonio mondiale dell’Unesco, e una delle icone tedesche più conosciute.

Restando in Germania, una delle mete più classiche è senz’altro Berlino, metropoli tra le più frizzanti del Vecchio Continente, capace di mixare vestigia del passato e testimonianze di un presente particolarmente dinamico e vivace. Un esempio è il Reichstag, la sede del Parlamento tedesco. Inaugurato nel 1894 è stato ristrutturato, dall’archi-star Norman Foster, dopo la

La porta di Brandeburgo a Berlino

La porta di Brandeburgo, l’immagine più famosa di Berlino si può raggiungere a 98 euro con scalo a Bonn

riunificazione negli anni ’90 e, grazie al suo tetto in vetro, offre una panoramica unica dell’intera città. Ma Berlino è anche ricca di musei. Può contare, infatti, su una vera e propria “Isola dei Musei”. Situata in mezzo al fiume Sprea, l’isola è Patrimonio mondiale dell’umanità per l’UNESCO e può vantare cinque dei più importanti musei di Berlino tra cui: il Neues Museum, che ospita anche il museo egizio, celebre soprattutto perché ospita il busto di Nefertiti, forse il tesoro artistico più famoso dell’antico Egitto. Particolarmente importante anche lo spettacolare Pergamonmuseum, uno dei più importanti musei archeologici del mondo.

I prezzi dei biglietti aerei per raggiungere Berlino da Milano, però, sono già in salita: con partenza alle 20.55 del 24 marzo da Milano e rientro con arrivo alle 8.25 del 29 marzo, con Ryanair, da Orio al Serio, si spendono 147 euro. Se ne possono spendere meno, 127 euro, se all’andata si fa scalo a Bonn. In questo caso, però, si deve partire alle 6.55 da Orio per arrivare a Berlino alle 13.30. Il ritorno, invece, è diretto: partenza alle 6.40 da Berlino e arrivo alle 8.25 del 29 marzo a Orio. Se il tempo non manca – e la pazienza anche – si può fare scalo a Bonn sia all’andata sia al ritorno e la spesa scende a 98 euro.

Università di Bucarest

Bucarest una “piccola Parigi” che sta vivendo un forte sviluppo turistico

Decisamente economica da raggiungere in aereo è Bucarest, non è un caso che molti tragitti alternativi prevedano uno scalo nella capitale romena che si può raggiungere con voli diretti con Ryanair a 44 euro (partenza alle 6.15 del 24 marzo da Orio e rientro con partenza alle 9.55 del 29 marzo) oppure con voli Wizzair (partenza alle 8.30 del 24 marzo e rientro a Milano, sempre aeroporto di Orio, con partenza alle 13.45 del 29 marzo) a 66 euro.

Bucarest è una città che in questi anni sta avendo un rapido sviluppo, anche dal punto di vista turistico. Fondata sul finire del XIV secolo è stata per secoli uno dei luoghi di incontro tra Oriente e Occidente, in mano turca per un lungo periodo, è divenuta capitale della Romania solo nella seconda metà del XVII secolo. Da quel momento, grazie all’influenza dell’aristocrazia romena educata in Francia si è ispirata anche architettonicamente a Parigi. Non mancano, dunque, monumenti ed edifici di valore storico e artistico. Ricca è anche l’attività culturale testimoniata

La tomba di Dracula

Il Monastero di Snagov dove si trova la tomba attribuita a Dracula

dal gran numero di musei, teatri, gallerie d’arte e biblioteche. Tra le attrazioni di Bucarest va ricordata anche la vicina tomba del principe Vlad III di Valacchia, conosciuto anche come Vlad l’Impalatore oppure Dracula, che si vuole sia nel Monastero di Snagov a 35 chilometri dalla città

Se nella scelta della destinazione vogliamo prendere in considerazione anche il clima, bisogna puntare su Paesi più meridionali per esempio la Spagna che, tra l’altro, nel periodo pasquale è particolarmente interessante: tutte le città, infatti, propongono processioni e sfilate che fondono folklore e religione e sanno essere affascinanti quanto pittoresche.

il centro di Valencia

Valencia, la temperatura media a marzo è di quasi 19 gradi

Valencia, per esempio, in marzo ha una temperatura media che si avvicina ai 19 gradi e propone un ricco calendario di eventi, a partire dalla domenica precedente la Pasqua, quella delle Palme. Il Giovedì Santo, poi, si svolge la processione delle torce: dalle 20:00 fino a oltre la mezzanotte, è possibile visitare i Monumenti Santi accompagnati dal suono di timpani e tamburi. Successivamente, processioni di ceri e candele riempiranno le strade in silenzio e raccoglimento. Il Venerdì Santo, alle 18:30, ha inizio la processione più significativa della “Semana Santa”: la processione della Santa Sepoltura, che in cinque ore attraversa tutte le strade dei quartieri marittimi della città. Il giorno di Pasqua, alle 13:00 ha inizio la sfilata della Resurrezione, una processione variopinta accompagnata da una pioggia incessante di petali. E cerimonie simili hanno luogo in tutte le città spagnole. Le più famose sono quelle che si svolgono a Siviglia, forse anche per questo motivo però raggiungere la città andalusa non è molto conveniente: il volo diretto più conveniente è quello Raynair (partenza alle 16.45 da Orio il 24 marzo e rientro il 29 marzo alle 15.15) a 454 euro. Se si vuole risparmiare il più economico, sempre con velivoli Ryanair, è quello in partenza alle 8.15 da Orio il 24 marzo e rientro, con arrivo sempre a Orio alle 7.50 del 30 marzo. Il costo, in questo caso, è di 267 euro ma prevede lo scalo a Bruxelles e oltre 11 ore all’andata e quasi 20 al ritorno.

La processione per la Settimana Santa a Siviglia

La Settimana Santa a Siviglia, è una delle più conosciute in tutto il mondo

Più abbordabile Valencia che si può raggiungere spendendo anche solo 116 euro tra andata e ritorno. Purtroppo si tratta di una tariffa calcolata con scalo a Bucarest, con voli Wizzair e un viaggio di 12 ore e 30’ all’andata e 10 ore al ritorno, con l’unico vantaggio che al ritorno si viaggerebbe di notte: partenza da Valencia alle 21.35 del 29 marzo e arrivo alle 10.35 a Malpensa del 30 marzo. All’andata, però, si partirebbe da Orio. Per quanto riguarda i voli diretti, i prezzi, sono ormai più elevati così per raggiungere la bella cittadina nel sud della Spagna (partenza alle 19.20 del 24 marzo da Orio con arrivo due ore dopo, e ritorno con volo alle 6.25 del 29 marzo) è necessario spendere 269 euro con Ryanair. Più conveniente Barcellona che si può raggiungere con voli Vueling in 1 ora e 30 a partire da 206 euro (partenza 20.45 del 24 e rientro alle 8.50 del 29 marzo). Se però si è disposti a fare uno scalo a Bucarest – e a sobbarcarsi un viaggio di 14 ore e 30 all’andata e circa 11 al ritorno – si può scendere fino a 108 euro. 108 euro è anche il prezzo più conveniente per andare a Madrid via Bucarest e un viaggio di 14 ore. Ma per raggiungere la capitale spagnola con un volo diretto si può partire con Air Europa (alle 11.20 da Malpensa il 24 marzo e volo di ritorno il 29 marzo alle 7.45 da Madrid) prezzo di 237 euro. Se si è mattinieri e si parte alle 6.45 da Orio, con rientro alle 18.40 da Madrid, con Ryanair, si spendono soltanto 221 euro.

E se Barcellona, con le sue Ramblas affollate di turisti, sembra perfetta per una breve vacanza, non sarà certo da meno Madrid. Città ricca di splendide piazze saprà sicuramente far riscoprire ai turisti il piacere di passeggiare all’aria aperta dopo il lungo inverno.

Sempre in Spagna si trova anche San Sebastian che per quest’anno è stata insignita del titolo di Capitale Europea della Cultura 2016 e che, per l’occasione, propone un ricco programma di attività ed eventi. Pasqua, dunque, può essere l’occasione per visitarla e per approfondire la conoscenza dei Paesi Baschi. Si tratta, del resto, di una delle città più belle ed eleganti della Spagna, famosa per la gastronomia e le sue spiagge, oltre che per i suoi festival cinematografici e musicali. Per raggiungerla, però, non ci sono voli diretti da Milano. Una possibilità è fare scalo a

La cattedrale di San Sebastian

San Sebastian, la città basca è Capitale Europea per la Cultura 2016

Barcellona, con volo Ryanair, per poi raggiungere San Sebastian con Vueling: partenza da Milano alle 8.35 del 24 marzo e arrivo dopo circa 5 ore. Itinerario inverso, ma volo Easy jet da Barcellona a Milano, per il ritorno (partenza alle 18.40 e arrivo a Malpensa alle 23.30). Il prezzo del biglietto andata e ritorno è di 436 euro. Cifra che può scendere a 269 euro se il volo Milano Barcellona è fatto con Rayanair e quello Barcellona San Sebastian con Vueling. Per quanto riguarda i tempi, in questo caso, andata circa 10 ore, al ritorno oltre 13.

San Sebastian condivide il titolo di Capitale Europea della Cultura con Breslavia (Wroclaw) in Polonia che è stata nominata anche capitale mondiale del libro per l’Unesco. Città universitaria – con oltre 150 mila studenti su circa 650 mila abitanti – il capoluogo della Bassa Slesia ha uno spirito giovane ed è ricca di locali di ogni tipo: ristorantini, pub e birrerie dove si possono gustare anche ottime birre artigianali. Cuore della città è il Rynek, una delle più maestose piazze d’Europa, con una pianta rettangolare dominata al centro da edifici privati, il municipio moderno e lo spettacolare municipio antico in stile gotico che è uno dei vanti della città. Breslavia si può raggiungere con un volo LOT (partenza alle 7.40 da Malpensa, con scalo a Varsavia, e rientro con partenza alle 5.50, arrivo a Milano alle 10.00 del 29 marzo) con tariffa di 235 euro, oppure con un volo Lufthansa (partenza alle 10.40 e arrivo a destinazione alle 14.20 del 24 marzo e ritorno con partenza alle 6.05 e arrivo alle 12.05 del 29

il municipio antico di Breslavia

Breslavia (Wroclaw), il municipio vecchio, considerato un capolavoro dell’architettura gotica in Polonia

marzo), scalo a Francoforte e prezzo di 219 euro. Anche in questo caso, facendo lo slalom fra vari aeroporti, si può risparmiare, per esempio, si può volare da Milano Orio al Serio a Varsavia con Ryanair e dopo 8 ore ripartire per Breslavia. Al ritorno la sosta a Varsavia è di 6 ore e 20 e la tariffa complessiva è di 147 euro.

Se San Sebastian e Breslavia sono mete nuove e probabilmente mai visitate, non c’è dubbio, però

che anche le destinazioni classiche – ovvero Parigi e Londra – sapranno offrire piacevoli vacanze. La capitale francese si può raggiungere con un volo Vueling a 89 euro (partenza da Malpensa alle 8.50 del 24 marzo e arrivo a Orly alle 10.25, all’andata e partenza da Orly alle 7.20 e arrivo a Milano alle 8.40 il 29 marzo). La ville lumiere, con l’arrivo della primavera, può offrire il meglio di sé. I suoi parchi, infatti, tornano a vivere, inoltre, nessun’altra città è in grado di regalare uova

Parigi in Primavera

Parigi in primavera è ancora più bella

di cioccolata così prelibate. E la caccia all’uovo è molto in voga a Parigi. Il giorno di Pasqua sono organizzate cacce riservate a bambini e adulti in quasi tutti i principali parchi cittadini, senza contare quelle organizzate da hotel e da associazioni di quartiere.

Altra meta classica che è sempre piacevole visitare è Londra e per raggiungere la capitale britannica la tariffa più bassa è di 175 euro, con Ryanair. La partenza in questo caso, è alle 6.35 da Malpensa il 24 marzo e da Londra Stansted alle 8.20 il 29 marzo. Cifra che può scendere a 111 euro se al ritorno si ha la pazienza – e la voglia – di fare scalo a Bucarest, volando con Wizzair, per un viaggio complessivo di 9 ore.

Anche sulle rive del Tamigi la Pasqua è ricca di attrattive. Il Venerdì Santo, infatti, è una delle festività più sentite in Inghilterra e non mancano anche manifestazioni e cerimonie come  la tradizionale rappresentazione della Passione di Cristo che si svolge a Trafalgar Square e a cui prendono parte decine di figuranti vestiti con costumi d’epoca.

il venerdì santo a Londra

La Passione di Cristo a Trafalgar Square,

Chi ama il mare e cerca il caldo può optare per una crociera e non mancano proposte interessanti: le tariffe per l’itinerario “L’antica Repubblica di Venezia” con MSC Magnifica – tre giorni con partenza giovedì 24 marzo – da Venezia per le isole greche e Mediterraneo Orientale, per esempio, partono da 159 euro più tasse (70 euro). Un altro itinerario breve è quello “Isole greche e Turchia” con Celestyal Olympia quattro giorni, ma imbarco dal Pireo, alla scoperta delle isole greche con partenza il 25 marzo e tariffe a partire da 165 euro (più 79 euro di tasse). Itinerari più lunghi sono quelli proposti da Costa Diadema “Meraviglioso Mediterraneo” otto giorni con partenza da La Spezia o Savona alla volta del Mediterraneo

Costa Diadema nel Mediterraneo Occidentale

Costa Diadema la Regina del Mediterraneo, parte da La Spezia o Savona per crociere di 7/8 giorni

occidentale e tariffe a partire da 369 euro (più 130 di tasse) da La Spezia il 18 marzo o 419 euro (più 130 euro di tasse) con partenza sabato 19 marzo da Savona. Per chi non ha problemi di tempo cìè anche l’Itinerario “Grecia Antica e Meteore” di Costa neoClassica: 13 giorni con partenza da Napoli il 20 marzo, tariffe a partire da 549 euro (più 150 euro di tasse), per visitare la Grecia classica e alcune delle sue località più affascinanti.

Viaggi

Il 5 marzo dormi gratis nei Bed & Breakfast

bbday02
torna il B&B Day

Torna il B&B Day, l’occasione per una vacanza in Italia

A marzo torna il B&B Day che consente di dormire gratis la notte del 5 marzo prenotandola insieme alla notte precedente o quella successiva. L’iniziativa, ideata dal portale turistico bed-and-breakfast.it, è giunta alla decima edizione e coinvolge migliaia di strutture in tutta Italia, dimore di charme e di design, ville antiche o casali in campagna, in borghi o città d’arte. In pratica, prenotando per il 4 e 5 marzo si pagherà solo la notte del 4 marzo, prenotando il 5 e 6 marzo solo la notte del 6 marzo, prenotando il 4, 5 e 6 si pagheranno solo il 4 e il 6 marzo.

Il B&B Day è entrato ormai a far parte del calendario vacanze dei viaggiatori italiani. Si tratta, bbday03infatti, di un’ottima occasione per entrare a contatto con la bellezza del nostro Paese e con l’ospitalità della sua gente. Il Bed and Breakfast, infatti, si sta rivelando una scelta vincente sempre più apprezzata da chi viaggia e privilegia un’ospitalità familiare, personalizzata e genuina e non disdegna il risparmio. Questo anche per merito dei B&B italiani che, negli anni, hanno migliorato notevolmente i loro standard senza far venir meno il rapporto qualità – prezzo. Diffusi capillarmente su tutto il territorio italiano, i B&B interpretano un bisogno diverso e più personale di viaggiare. Il loro numero, inoltre, è costantemente in crescita e oggi sfiorano la soglia delle 25 mila unità nel nostro Paese.

 

Per maggiori informazioni sul B&B Day e le strutture partecipanti: www.bbday.it.