Browsing Category

Eventi

Eventi Spettacolo

Risate a Bresso il 16 novembre al Cineteatro San Giuseppe

Seriamentecomici a Bresso
Capitan Ventosa alias Fabrizio Fontana tra i protagonisti a Bresso il 16 novembre

Fabrizio Fontana,, Capitan Ventosa porterà risate a Bresso il 16 novembre

Risate a Bresso  il 16 novembre al Cineteatro San Giuseppe con lo spettacolo Risate, cultura e fantasia insieme a Eugenio Chiocchi e i SeriamenteComici: Fabrizio Fontana, Beppe Altissimi, Leo Mass; la simpaticissima Vera Comandante, il divertente Achille Vesce e il musicista Pier Pollastri. e con Alpostomio.com i biglietti sono scontati clicca qui 

Trattenere le risate, lo scorso 19 ottobre al Cineteatro San Giuseppe di Bresso è stato davvero difficile. Per conferma si può chiedere ai tantissimi spettatori accorsi per l’occasione e che di certo non sono rimasti delusi. Merito di Eugenio Chiocchi e della sua truppa di irresistibili comici: Seriamentecomici. Una vera e

Eugenio Chiocchi anche lui a Bresso il 16 novembre

Eugenio Chiocchi è lui il trascinatore di Seiamentecomici

propria “macchina da guerra” del buon umore capace di far rinascere i morti, per poi farli morire – di nuovo – dal ridere.

E dopo il grande successo di ottobre, la squadra di Seriamentecomici capitanata da Eugenio Chiocchi torna al Cineteatro San Giuseppe per regalarci ancora risate a Bresso il 16 novembre con un nuovo spassosissimo spettacolo: Risate, cultura e fantasia.

 

 

Risate a Bresso il 16 novembre una serata da non perdere

E il menu della serata a Bresso il 16 novembre, se possibile, sarà ancora più ricco e appetitoso di quello di ottobre con

Beppe altissimi a Bresso il 16 novembre

Beppe Altissimi un altro dei mostri sacri della risata a Bresso il 16 novembre

personaggi del calibro di Fabrizio Fontana, uno dei volti più noti di Zelig, che dopo averci divertito con il suo James Tont, senza dubbio la parodia più riuscita e spassosa di James Bond, e con il personaggio di Gian Maria Fontana, l’animale da quiz che “le sa… tutte!”, è riuscito a inventarsi un nuovo personaggio e ad approdare a Striscia la Notizia nei panni di Capitan Ventosa. Accanto a lui altri mostri sacri dell’umorismo italiano come il monologhista e battutista Beppe Altissimi. E poi a bresso il 16 novembre ci saranno le migliori giovani promesse della nostra comicità, a partire da Giovanni D’Angella, tra i più apprezzati della brigata di Colorado su Italia 1 e di Eccezionale Veramente su La7. E ancora l’imitatore trasformista di Zelig Leo Mass; la simpaticissima Vera Comandante, attrice di teatro e moglie d’assalto, il divertente Achille Vesce e il musicista Pier Pollastri. Senza dimenticare, ovviamente, Eugenio Chiocchi un vero e proprio artista della risata, il miglior comico italiano “all’americana” per la sua capacità di inventare battute su due piedi in un continuo botta e risposta. Sarà lui a condurre la serata a Bresso il 16 novembre.

 

Giovanni D’Angella anche lui a Bresso il 16 novembre

Giovanni D’Angella giovane promessa della comicità italiana

Grazie ad Alpostomio.com si ride con lo sconto

Grazie ad Alpostomio.com si potrà assistere all’esilarante serata a Bresso il 16 novembre a 9 euro anziché 10. Pagando 1.50 euro di prenotazione e 7.50 euro al botteghino clicca qui

 

Eventi Spettacolo

Nameless Music Festival le offerte su Alpostomio.com

il 7, 8 e 9 giugno torna il Nameless Music Festival

Manca meno di un mese al Nameless Music Festival, senza dubbio uno dei più importanti della scena EDM a livello europeo. DJ, rapper e artisti di fama internazionale calcheranno i tre palchi distribuiti in un’area di 80mila mq, dando vita a imperdibili performance musicali.

La line up è ormai definita e su Alpostomio.com non mancano le occasioni per vivere il Nameless Music Festival nel modo più coinvolgente.

I biglietti del Nameless Music Festival su Alpostomio.com

Edoardoscali vende 1 biglietto 3 giorni per il Nameless Music Festival (07-08-09/06/2019) a 70.0o euro
https://www.alpostomio.com/it/ticket/1414

andreabaldo vende Abbonamento settore Vip Gold di 3 giorni dal 07/06 al 09/06 + delega per il ritiro del biglietto… a 100.00 euro invece di 153.00 euro sconto oltre 34%
https://www.alpostomio.com/it/ticket/1400
E per raggiungere il Nameless Music Festival nel modo più conveniente niente è meglio degli autobus BusForFun con due partenze: Milano Stazione Centrale a 22.50 euro invece di 30.00 euro https://www.alpostomio.com/it/ticket/1321; Monza in via Turati 8, a 22.50 euro invece di 30.00 euro https://www.alpostomio.com/it/ticket/1322

 

Abbonamento 3 viaggi a/r da Milano Stazione Centrale a 50.00 euro invece di 90.00 euro  https://www.alpostomio.com/it/ticket/1332

Da Monza in via Turati 8 a 55.00 euro invece di 90.00 euro https://www.alpostomio.com/it/ticket/1333

Day-by-Day Lineup del Nameless Music Festival

Nameless Music Festival 7 giugno 2019

Don Diablo
Lost Frequencies

Alesso al Nameless Music Festival

Alesso tra gli artisti più attesi al Nameless Music Festival

Achille Lauro
Benny Benassi
Digitalism
Gryffin
Ibranovski
LuchèMike Williams
Nayt
Quentin40
Side Baby

Vladimir Cauchemar
34192227_10214454558576235_3574596461783941120_n[1]

Phillipe Zdar
Bawrut
Dani Faiv
G.Bit
Mazay
Mike Lennon
Pepe
Turboboys
Young Rame

Nameless Music Festival 8 giugno 2019

Alison Wonderland

Nameless Music Festival Alison Wonderland

Anche Alison Wonderland al Nameless Music Festival 2019

Carl Brave
NGHTMRE
Slander
Gud Vibrations
Ex-Otago
Salvatore Ganacci
Will Sparks
Cat Dealers
Gammer
Noyz Narcos
Rkomi
Samuel Heron
Sandy Rivera

Secondcity35077776_1709414469176645_7521985132694077440_n[1]
Shapov
Will Clarke
Avex
Havoc & Lawn
Il Complemento Oggett0
Slvr
Tredici Pietro

Nameless Music Festival 9 giugno 2019

Steve Aoki

Steve Aoki Nameless Music Festival 2019

Steve Aoki uno dei nomi di spicco del Nameless Music Festival 2019

The Bloody Beetroots
Capo Plaza
Dark Polo Gang
Drezo
ERNIA
K?d
Lazza
Merk & Kremont
MK
Nitro
PURPLEDISCOMACHINE
Tensnake
The Third Party

Vigilandnameless-festival-2019-date-biglietti-early-740x480[1]
Beba

Edmmaro

Rocket Pengwin
Rudeejay
Tauro Boys

 

Perché venire al Nameless Music Festival (interviste al Nameless Music Festival del 2018)

https://www.youtube.com/watch?v=9iS4Tzzk_t4

 

Steve Aoki LIVE at Tomorrowland Winter Mainstage 2019

Achille Lauro – Rolls Royce

Alison Wonderland – Live @ Electric Daisy Carnival México 2019

Eventi Spettacolo

A Barzio il Nameless Music Festival

il 7, 8 e 9 giugno torna il Nameless Music Festival

 

Il Nameless Music Festival a Barzio

Torna il Nameless Music Festival a Barzio il 7, 8 e 9 giugno

7-9 giugno settima edizione del Nameless Music Festival

Per i fan della dance arriva un appuntamento imperdibile: la settima edizione del Nameless Music Festival in quel di Barzio in Valsassina  (Lecco) dal 7 al 9 giugno 2019. Dj, rapper e artisti di fama internazionale calcheranno i tre palchi del Nameless Music Festival distribuiti in un’area di 80mila metri quadri, dando vita a imperdibili performance musicali. Dopo i nomi di Alison Wonderland, Carl Brave, Purple Disco Machine, MK, Achille Lauro, Luché, Ernia, Will Clarke, Cat Dealers, Tensake, RKomi, Lazza, Salvatore Ganacci, Third Party, Shapov, Drezo e Sandy Rivera, la line up del Nameless Music Festival si è completata con Alesso, Don Diablo, Lost Frequencies, Benny Benassi, Bloody Beetroots, Capo Plaza e Noyz Narcos. Confermati anche Dark Polo Gang, Will Sparks, Digitalism, Gryffin, Ibranovski, Merk & Kremont, Mike Williams, Quentin40, Side Baby, Zdar.  Il meglio della scena EDM in occasione del Nameless Music Festival si alternerà su tre palchi differenti: il Lake Tent, il Radio 105 Mountain Stage e il Nameless Igloo.

Beyond The Limits – NMF18 Official 4K Aftermovie

Anche quest’anno a caratterizzare il Nameless Music Festival sarà la splendida cornice: immerso nel verde e circondato dalle montagne il Nameless presenta un clima di serenità ed evasione senza confronti. Non mancheranno, però, le novità rispetto all’edizione dell’anno scorso, che ha registrato oltre 40.000 presenze, a partire dall’area del festival che è raddoppiata passando da 40 a 80mila metri quadri. Altra novità l’abolizione dell’uso della plastica. Il Nameless Music Festival, infatti, si svolge in un contesto naturale particolarmente affascinante e gli organizzatori hanno deciso di dare un chiaro segnale riguardo al tema della sostenibilità ambientale. Nameless sarà infatti il primo grande festival italiano ad abolire completamente l’uso della plastica, sostituendola unicamente con contenitori biodegradabili per cibo e bevande. Da qui il “New leaf”, il percorso che porterà il festival, nei prossimi anni, a essere un evento completamente a impatto zero per il territorio in cui si svolge.

IlNameless Music Festival è giunto alla settima edizione

Tra le novità del Nameless Music Festival 2019 un’area più grande a disposizione

Quest’anno inoltre verrà allestito un nuovo campeggio per il pubblico del Nameless Music Festival in collaborazione con “The Pop-Up Hotel”. Un campeggio unico che offrirà la sensazione di libertà di una tenda e la comodità di un hotel. È un progetto esclusivo in grado di creare allestimenti temporanei di camere a impatto zero che si integrano perfettamente con l’ambiente intorno, fornite di arredi confortevoli e ricercati, per garantire una connessione unica tra natura, evento e privacy.

Al Nameless Music Festival con BusForFun

Per raggiungere il Nameless Music Festival  il modo più comodo è senz’altro il pullman e BusForFun ha predisposto un servizio, in partenza da Milano Stazione Centrale o Monza via Turati, per raggiungere il festival in tutte e tre le date. È possibile, inoltre, acquistare i biglietti per una data o l’abbonamento per tutte e tre. Si possono acquistare i biglietti da Alpostomio.com

I pullman BusForFun per raggioungere il Nameless Music Festival

Il modo più comodo per raggiungere il Nameless Music Festival è con i pullman di BusForFun

I biglietti si possono acquistare al prezzo di 42 euro, per la giornata del 7 giugno, o 47 euro, per la giornata dell’8 o del 9 giugno, oppure è possibile acquistare il biglietto cumulativo per i tre giorni a 87 euro

 

 

 

I video di alcuni artisti al Nameless Music Festival 2019

Alesso è un dj di fama internazionale che ha alle spalle diverse collaborazioni e numerosi successi. Divenuto famoso con le hit Calling, If I Lose Myself e Heroes, ha da poco pubblicato l’album Progressive EP, una sorta di ritorno alle origini che vede la fusione armoniosa di più generi differenti della musica house, da quella progressive a quella più groovy.

Alesso – Heroes (We Could Be)

 

Benny Benassi: classe 1967 e originario di Milano, è uno degli artisti italiani più conosciuti nel mondo della musica elettronica, inserito da Rolling Stone tra i più grandi dj internazionali di sempre. Comincia la sua carriera negli anni Ottanta, ma raggiunge il successo solo negli anni Novanta quando inizia a farsi conoscere con lo pseudonimo di Benny. Tra i maggiori successi spiccano I Feel So Fine e Satisfaction, singolo tra i più venduti in Gran Bretagna nel 2001.Nel 2007 fonda un’etichetta discografica con lo scopo di aiutare giovani artisti emergenti e nello stesso anno vince un Grammy Awards nella categoria Best Remix grazie alla rivisitazione del singolo dei Public Enemy Bring The Noise. Nella sua carriera ha collaborato con moltissimi artisti come Madonna, con cui è legato da una profonda amicizia, Black Eyed Peas, Chris Brown.

Noyz Narcos. Considerato come uno dei migliori rapper di sempre, Noyz Narcos, all’anagrafe Emanuele Frasca, è tornato sulle scene nel 2018 dopo anni di assenza dal panorama musicale. Durante L’Enemy Winter Tour 2018 ha riproposto i suoi vecchi successi e portato per la prima volta sul palco i brani Enemy, che intitola il suo ultimo album, e Sinnò me moro, che ha anticipato l’uscita di un disco ricco di collaborazioni come quella con Salmo, Coez, Capo Plaza e Luchè.

Noyz Narcos – Sinnò Me Moro

Eventi Spettacolo Teatro

Quando ridere fa bene

I Legnanesi per ridere alla grande
Enrico Beruschi ci sarà anche lui a «Music & Comedy for PEBA Onlus»,

Enrico Beruschi uno dei grandi artisti inpresenti a «Music & Comedy for PEBA Onlus»,

Music & Comedy for PEBA Onlus un occasione, gratuita, per divertirsi e abbattere le bariere architettoniche.

Sì si può ridere per una buona causa come quella di PEBA Onlus che affianca le Pubbliche Amministrazioni nell’esecuzione dei PEBA, realizzando interventi di abbattimento delle barriere architettoniche a costo zero per la Pubblica Amministrazione.

E per abbattere insieme le barriere architettoniche – e sorridere alla grande – il 1 aprile al teatro Dal Verme di Milano andrà in scena «Music & Comedy for PEBA Onlus», uno spettacolo che porta in scena i grandi protagonisti degli ultimi 30 anni della comicità italiana con una carrellata dei periodi storici che hanno visto al centro l’intrattenimento comico dai fasti del Derby Club di Milano, passando per la televisione e il teatro canzone, fino ad arrivare ai giorni nostri e al web.

La conduzione tutta al femminile di «Music & Comedy for PEBA Onlus» vede protagoniste Sheila Capriolo, Sabrina Ganzer e la giovanissima Martina Ragozza, regalerà due ore di puro intrattenimento e divertimento.

 

 

Il cast di Music & Comedy for PEBA Onlus

nella serata di «Music & Comedy for PEBA Onlus» saranno in scena alcuni dei più bei nomi della comicità meneghina: i Legnanesi rappresentati da Antonio Provasio “la Teresa”, Luigi Campisi “il Giuan” ed Enrico Dalceri “la Mabilia”; Enrico Beruschi e Beppe Altissimi con «Andare per mare senza biscotto …E allora»; la presentazione del trailer del docufilm «Non chiamatelo cabaret» interpretato

«Music & Comedy for PEBA Onlus» sarà condotta da Sheila Capriolo

A condurre la serata «Music & Comedy for PEBA Onlus», Sheila Capriolo

da Beppe Altissimi, Carlo Bianchessi, Cesare Gallarini, Enrico Beruschi, Eraldo Moretto “La Cesira”, Eugenio Chiocchi, Franco Francesco “Un amore chiamato Milano”, Marisa Rampin, Massimo Pongolini “Pongo”, Norberto Midani, Renato Converso, Roberto De Marchi, il cast presente si esibirà in una esilarante performance. E ancora: Nando Timoteo, che in una duplice veste scandirà i tempi in scena con il suo pungente «Tg satirico» in questa occasione in chiave PEBA e presenterà un monologo da non perdere; Flavio Pirini tra i più apprezzati interpreti del Teatro Canzone; Germano Lanzoni, attore comico del Terzo Segreto di Satira e del Milanese Imbruttito; Davide Calgaro il giovanissimo talento della comicità italiana, vincitore del 22° Festival del Cabaret di Martina Franca e, infine, Il mago Linus in collegamento dalla «Social Room».

Nell’arco della serata, Daniele Massaro ambasciatore per PEBA ONLUS consegnerà il premio alla carriera e l’incarico di testimonial per PEBA ONLUS 2019-2020 ad un grande artista italiano.

Ingresso gratuito con prenotazione al seguente link:

https://www.clappit.com/music-comedy-for-peba-onlus_sp_19955.html

«Music & Comedy for PEBA Onlus», vedrà in scena anche il TG di Nando Timoteo

Anche Nando Timoteo, sarà presente a «Music & Comedy for PEBA Onlus»,

Serata ad accesso gratuito allo spettacolo. Accesso al teatro per i possessori del biglietto dalle 19.00. alle 20.25. Accesso per chi non avesse il biglietto dalle ore 19.30 alle ore 20.25 fino ad esaurimento dei posti, sarà tenuta in considerazione la precedenza ottenuta con il ritiro del numero all’ingresso.

Eventi Spettacolo

Toruk al Forum di Assago

Toruk il primo volo al Forum di Assago

 

Toruk – Il primo volo al Forum di Assago

Toruk – Il primo volo tutto il fascino e la magia del Cirque du Soleil

Toruk e il Cirque du Soleil arrivano a Milano al Forum di Assago i biglietti scontati su Alpostomio.com

Avatar torna a vivere

Chi nel 2010, all’uscita del film Avatar, non è rimasto incantato dai Na’vi, la razza umanoide dalla pelle blu che abitava Pandora, la luna del gigante gassoso Polifemo, appartenente al sistema stellare Alpha Centauri? Oggi non solo possiamo rivivere le emozioni del film campione di incassi – è quello che ha incassato di più nella storia del cinema – ma grazie al nuovo show del Cirque du Soleil, intitolato Toruk – Il primo volo (qui il trailer), possiamo immergerci ancora più profondamente nel loro mondo. Lo spettacolo che approda al Forum di Assago – due biglietti scontati per la replica del 17 marzo su Alpostomio.com –  trasporta il pubblico nel mondo di Pandora grazie a una produzione favolosa, in grado di trascinare gli spettatori in un’odissea attraverso un mondo nuovo di immaginazione, scoperta e possibilità.

Toruk il primo volo ad Assago

Cavalcare Toruk è necessario per compiere la profezia

Sintesi di arti diverse

Utilizzando immagini e proiezioni all’avanguardia, creature animate e una messa in scena accompagnata da musiche cinematografiche incalzanti, il Cirque du Soleil associa il suo stile inconfondibile all’immaginario creato da James Cameron, ottenendo come risultato l’unione tra due visioni artistiche eccezionali in grado di catturare mente e cuore degli spettatori. Un’esperienza unica, resa possibile anche grazie alla bravura dei registi e innovatori nel campo delle tecniche multimediali Michel Lemieux e Victor Pilon. Lo show è un’ode all’esistenza simbiotica dei Na’vi’ con la Natura e al loro ‘credo’, basato sulla teoria che tutti gli esseri viventi siano in una qualche maniera interconnessi tra loro.

Un racconto mitologico sulla tribù Na’vi

ad Assago Toruk il primo volo

Il predatore rosso e arancione che governa il cielo di Pandora

La storia è narrata da un cantastorie Na’vi ed è popolata da creature indimenticabili: Toruk – Il primo volo è un racconto mitologico ambientato centinaia di anni prima rispetto agli eventi mostrati nel film Avatar, dunque prima dell’arrivo degli umani su Pandora. Quando una catastrofe naturale minaccia di distruggere il sacro Albero delle Anime, Ralu e Entu, due ragazzi Omatikaya in procinto di raggiungere la maggiore età, decidono coraggiosamente di risolvere la situazione. Dopo aver scoperto che Toruk è l’unico in grado di aiutarli e salvare l’Albero delle Anime, i due protagonisti partiranno assieme al loro nuovo amico Tsyal verso le vette delle Montagne Galleggianti per trovare il potentissimo predatore rosso e arancione che governa il cielo di Pandora. La profezia si compirà quando un’anima pura emergerà

il magico mondo di Pandora in Toruk

il magico mondo si Pandora incontra la poesia del il Cirque du Soleil

dai diversi clan per cavalcare Toruk per la prima volta e salvare la tribù Na’vi da un terribile destino.

Toruk – Il primo volo Forum di Assago fino al 17 febbraio

2 Biglietti scontati Su Alpostomio.com

 

Eventi Spettacolo

Una festa per il rock

copertina di Sgt. Peppers Lonely Heart
Jimi Hendrix uno deipadri del Rock

Jimi Hendrix nel 1967 pubblica i suoi due primi album

Una festa per il rock all’Auditorium di Milano

G. Bruno racconta la rivoluzione del 1967 e la serata che la celebra

Blastingnews:

21 aprile Rock Around Laverdi, la musica sinfonica celebra la pop music.

L’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi festeggia i 50 anni della nascita della #Musica #rock con un concerto dedicato al 1967, l’anno che ha cambiato il rock. Il 4 gennaio un gruppo californiano, The #doors, dava alle stampe il suo primo album: The Doors. Era l’incipit di un anno cruciale. Il rock, che ormai la faceva da padrone, si confrontava con gli altri generi, dialogava con il folk e il blues, flirtava con il jazz, osava confrontarsi con la musica colta. Solo qualche mese più tardi, il 12 marzo a New York, usciva The Velvet Underground & Nico, album che The Observer ha inserito al primo posto nella lista dei ’50 album che hanno cambiato la musica’.

La rivoluzione made in England

Da questa parte dell’Atlantico un altro gruppo semi sconosciuto, i Procol Harum, pubblicava, il 12 maggio a

: A Whiter Shade of Pale.

La copertina di : A Whiter Shade of Pale

Londra, un singolo destinato ad avere un successo inaspettato e globale: A Whiter Shade of Pale Video. Un pezzo di musica leggera a dir poco insolito, che si ispirava all’Aria sulla quarta corda di Bach e iniziava con un assolo di organo Hammond, con il suo caratteristico suono vibrato. E anche il testo, così ermetico da apparire ancora oggi incomprensibile, non disdegnava di giocare con poesia e letteratura. Neanche un mese dopo, il primo giugno, usciva Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band  AUDIO l’ottavo album dei Beatles. In nemmeno sei mesi la rivoluzione era compiuta e la musica era cambiata in modo irreversibile. Con questo disco il quartetto di Liverpool aveva stravolto ogni regola, aveva realizzato il primo concept-album con un filo conduttore, aveva cambiato anche il modo di registrare in studio, dilatandone i tempi, e anche i testi diventavano decisamente più impegnati e complessi delle solite canzonette.

Si pensi A Day in the Life, la traccia che chiude l’album, che tratta temi come la morte e la guerra. Non è un caso, dunque, che la rivista Rolling Stone abbia messo Sgt. Pepper al primo posto della classifica dei 500 più grandi album di tutti i tempi.

copertina di Sgt. Peppers Lonely Heart

Sgt. Peppers Lonely Heart anch’esso del 1967

Un viaggio tra i miti della musica

Da quel 1967 sono passati più di 50 anni e le rievocazioni nel tempo non sono mancate. Il 21 aprile sarà la volta dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi che con Rock Around Laverdi (biglietti scontati a 16,67 su alpostomio.com) propone un viaggio tra i grandi miti della musica rock eseguiti da una delle principali orchestre sinfoniche italiane non nuova a queste contaminazioni. La cornice, l’Auditorium di Milano, uno dei più belli d’Italia e con un’acustica magnifica, è ideale per celebrare la musica rock che ha compiuto 50 anni. E il menu sarà di primissimo livello. A partire da Jimi Hendrix che proprio nel 1967 pubblicò i suoi due primi album. Hendrix che era stato il primo a salutare Sgt.

Pepper’s Lonely Hearts Club Band, iniziando il concerto di Londra con l’omonimo pezzo quattro giorni dopo la pubblicazione.

Il meglio dei mostri sacri del rock

Poi i Doors, fino ai Beach boys. Ampio spazio, ovviamente, sarà dato ai Beatles che oltre Sgt. Pepper quell’anno pubblicarono anche Magical Mystery Tour. E poi ancora, Procol Harum, The Velvet Underground con Lou Reed, i Pink Floyd – anche il loro primo album, The Piper at the Gates of Dawn AUDIO è stato pubblicato nel 1967: il 5 agosto. Non può mancare l’omaggio alla follia geniale di Frank Zappa, senza dubbio uno dei più grandi musicisti

il grande Rock celebrato da La Verdi

il grande Rock celebrato da La Verdi

nella storia del rock americano e non solo. Zappa il suo primo album, Freak Out! VIDEO, l’aveva già pubblicato – era uscito il 27 giugno 1966 – e anche se in America non aveva ottenuto subito un grande successo, raggiunse solo la posizione numero 130 nella classifica di Billboard, ne ebbe uno maggiore in Europa e non c’è dubbio che influenzò molti artisti britannici, i Beatles in testa. I brani di Rock Around Laverdi sono arrangiati da Ivan Merlini e sono stati riscritti e arrangiati per orchestra sinfonica. A dirigere l’Orchestra Verdi in questa nuova avventura Andrea Oddone. Rock Around Laverdi, sabato 21 aprile 2018, ore 20.30 Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi. Arrangiamenti Ivan Merlini. Direttore Andrea Oddone. Auditorium di Milano, largo Mahler.

Il programma di una festa per il rock

da Teatrionline

Eventi Senza categoria Spettacolo

Torino Global Summer Festival

la presentazione del Global Summer Festival Italian Top Artist
Gabry Ponte tra i nomi più attesi al Global Summer Festival

il Torinese Gabry Ponte uno dei maggiori DJ italiani e esponenti della EDM

Global Summer Festival, Torino 23 settembre torna uno degli eventi più amati e attesi dai fan della EDM.
Il Global Summer Festival Italian Top Artist quest’anno sarà ancora piu’ emozionante e si svolgerà sabato 23 settembre al Parco della Certosa Padiglione 14, a Collegno Torino. Sul palco tutti i maggiori DJ italiani del momento.

Tra gli artisti più affermati Gabry Ponte, conosciuto anche per le sue collaborazioni come quella con il rapper Danti con cui ha realizzato Che ne sanno i 2000 –
https:www.youtube.com/watch?v=noY6ggSNTF0&list=RDEMODuvl247PGZxtNqgSIaFzg

o il più recente Tu sei –
https:www.youtube.com/watch?v=g4cy7A6o6KI

Altro nome del panorama EDM che sarà presente a Torino è Vinai, i due fratelli bresciano anch’essi celebri anche per alcuni singoli e collaborazioni come Where The Water Ends con Anjulie –

https:www.youtube.com/watch?v=atut75ZAbjY

per conoscerli meglio Best of Vinai 2017 – https:www.youtube.com/watch?v=bjHS7tOV6FI

I fratelli Vinai al Global Summer Festival

Anche Vinai tra i nomi più importanti della EDM attesi a Torino

Sarà al Global Summer Festival alche un altro sodalizio celebre comne DJ Marnik – Alessandro Martello & Emanuele Longo – che possiamo vedere in una famosa performance al Sunburn Goa – https:www.youtube.com/watch?v=KlJAiwwGHMg

o in una compilation – https:www.youtube.com/watch?v=RcN01FLHfe8

In programma anche Rödja, qui nel video di The Best Of You – Live e un Intervista @ Rolling Couch – https:www.youtube.com/watch?v=SwuyZgUZ7JU.

Set Time: 14 – 21: si alterneranno tra loro artisti come:

Drop – Danko – Margot – Paki & Jaro – B-Side Project –
Derx – Scaglia & Simolo – Ack & Dhank – e altri ancora.
A seguire 21 – 22:

Marnik 22 – 23: Vinai 23 – 00: Gabry Ponte00 – 01: Parhasar01 – 02: Parhasar Hosting The Show: Rödja.

Marnik al Global Summer Festival

Un altro duo Marnik ,Alessandro Martello & Emanuele Longo tra gli artisti più attesi al Global Summer Festival

 

GLOBAL SUMMER FESTIVAL ITALIAN TOP ARTIST

al Parco della Certosa Padiglione 14 Corso Pastrengo 51 Collegno Torino
https://www.facebook.com/events/1911288589156024/

Biglietti scontati fino al 16 dicembre 15 euro + DDP

#globalsummerfestival #GSF2017 #globalcommunity #italiantopartist

 

Eventi Spettacolo

95a edizione dell’Arena Opera Festival di Verona

l'Aida all'Arena di Verona
l'Aida all'Arena di Verona

L’Aida all’Arena di Verona, un appuntamento imperdibile

Dal 23 giugno al 27 agosto sono quarantotto gli appuntamenti in programma per la 95ma edizione del Festival lirico all’Arena di Verona. Cinque i titoli d’Opera in cartellone e tre le serate evento e di gala: il ritorno di Roberto Bolle and Friends dedicato al mondo della danza internazionale (lunedì 17 luglio ore 22); un concerto con Plàcido Domingo (Antología de la Zarzuela, venerdì 21 luglio ore 22) e uno con la IX Sinfonia di Beethoven (martedì 15 agosto ore 22).

Per quanto riguarda il programma lirico, si inizia con il Nabucco di Verdi, libretto

il manifesto del Festival Lirico all'Arena di Verona

Il manifesto del Festival Lirico 2017 giunto alla 95ma edizione

di Temistocle Solera, proposto in un nuovo allestimento che andrà in scena: il 23 e 29 giugno, ore 21; il 7, 12, 15 e 18 luglio ore 21 e il 4, 9, 12, 18, 23 e 26 agosto alle

20.45. Due le edizioni dell’Aida di Verdi 
con lbretto di Antonio Ghislanzoni, quella del Centenario con regia di Carlus Padrissa e Àlex Ollé / La Fura dels Baus
: il 24 e 30 giugno ore 21 e il 5, 9, 11, 16, 20 e 23 luglio ore 21. L’altra edizione, ispirata al primo allestimento del 1913 con regia di Gianfranco de Bosio
 andrà in scena il 28 luglio alle ore 21
 e il 3, 6, 8, 13, 16, 20, 24 e 27 agosto alle 20.45. Altri titoli in programma: Rigoletto
 di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave, in scena con la regia Ivo Guerra

 il 1, 6, 14, 19 e 27 luglio alle ore 21; Madama Butterfly 
di Puccini, libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa, con la regia di Franco Zeffirelli, in programma 8, 13, 22 e 29 luglio ore 21 e 11 e 19 agosto ore 20.45 e, sempre di Puccini, la Tosca, libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, con la regia di Hugo de Ana
, in programma il 5, 10, 17, 22 e 25 agosto alle ore 20.45

Aida all'Arena di Verona nell'edizione del Centenario

Due le edizioni di Aida in programma: quella de La Fura dels Baus e quella ispirata all’edizione del 1913

Il prezzo dei biglietti va da un massimo di 226 (poltronissima Gold per la Premiere del 23 giugno e il Galà Placido Domingo del 21 luglio), 112 euro (Galà IX Sinfonia di Beethoven) a un minimo di 15 euro (gradinate settori C/F Galà IX Sinfonia di Beethoven) o 22 euro (gradinate settori C/F) per gli spettacoli da domenica a giovedì.

biglietti scontati su https://www.alpostomio.com/it/ticket/29

Eventi Senza categoria Spettacolo

Molteplici sfumature di futuro nella primavera milanese

Olio su tela Boccioni
Boccioni Bronzo

Umberto Boccioni, Forme uniche della continuità nello spazio 1913(1931) bronzo cm 112×40

Guarda al futuro la primavera milanese, almeno per quanto riguarda eventi, iniziative e manifestazioni. È stato presentato ieri dall’Assessore Del Corno il palinsesto della primavera culturale milanese – marzo maggio 2016 – che pone al centro l’idea di futuro, il titolo è propoprio “Ritorno al futuro”. Un futuro, in ogni caso, declinato in vari modi, del resto, sono cento gli appuntamenti tra mostre, concerti, spettacoli teatrali, proiezioni cinematografiche, incontri e altro ancora. “Tutti – ha spiegato Del Corno – con il minimo comune denominatore progettuale di uno sguardo che, seppure con diversi linguaggi, volge al futuro”.

Tra i momenti più significativi, senza dubbio, la mostra “Umberto Boccioni (1882 – 1916). Genio e Memoria” – Palazzo Reale dal 23 marzo al 10 luglio, biglietto intero 12 euro audioguida inclusa – che nel centenario della morte celebra l’artista con una personale che raccoglie oltre 280 opere tra disegni, dipinti, sculture, incisioni, fotografie d’epoca, libri, riviste e documenti, con un eccezionale corpus di 60 disegni di Boccioni del Castello Sforzesco, insieme a scritti e documenti inediti e recentemente riscoperti. Un’occasione unica per scoprire i più importanti dipinti e sculture dell’artista, ma anche dei principali protagonisti della cultura a lui contemporanea. Una mostra che sottolinea il rapporto stretto tra la città e il movimento futurista.

David LaChapelle Gas Shell, 2012 © David LaChapelle Studio, courtesy Jablonka Maruani Mercier Gallery ·

David LaChapelle Gas Shell, 2012 © David LaChapelle Studio, courtesy Jablonka Maruani Mercier Gallery ·

Sempre nelle sale di Palazzo Reale e sempre dal 23 marzo – fino al 29 maggio – la mostra “2050. Breve storia del futuro”, che prende il titolo dall’omonimo libro di Jacques Attali, pubblicato nel 2006 e ripubblicato aggiornato ai nuovi scenari internazionali nel 2016, nel quale l’autore ipotizza il futuro del mondo e della nostra società. Precedentemente presentata ai Musées Royaux des Beaux-Arts de Belgique a Bruxelles, la collettiva percorre le tematiche illustrate nel saggio di Attali in otto stazioni e attraverso circa 50 opere di artisti contemporanei internazionali.

Dal 9 aprile Studio Azzurro, collettivo riconosciuto sia a livello nazionale sia internazionale e orientato al dialogo tra spettatore e spazio che lo ospita, proporrà a Palazzo Reale la mostra “Studio Azzurro. Immagini sensibili”, dove saranno ripercorsi 35 anni di ricerca artistica sempre a confronto con le nuove tecnologie. Alla riproposizione delle installazioni più significative della sua storia se ne aggiunge una nuova dedicata a Milano.

Brecht, l'Opera da tre soldi

Torna l’Opera da tre Soldi di Brecht a 60 anni dalla prima

Non solo arte ma anche lo spettacolo sarà protagonista di “Ritorni al futuro” con “L’opera da tre soldi”, che dal 19 aprile all’11 giugno – biglietti a partire da 24 euro – vedrà in scena al Teatro Strehler la nuova produzione del Piccolo Teatro con la regia di Damiano Michieletto che firma lo spettacolo a sessant’anni dalla sua prima rappresentazione italiana, proprio al Piccolo.

Dal 26 al 29 maggio, presso i Giardini “Indro Montanelli” di via Palestro, il “Wired Next Fest” celebrerà l’innovazione, la tecnologia e l’eccellenza come elementi chiave per lo sviluppo economico, culturale e sociale del nostro Paese, e lo farà attraverso diversi linguaggi (conferenze, laboratori, eventi speciali), tutti a ingresso libero e gratuito.

“Bach to the future” è il titolo del Meetings Festival 2016 che sarà ospitato dal 12 aprile al 31

Bach al Meetings Festival 2016

Bach protagonista del Meetings Festival 2016 alla palazzina Liberty

maggio alla Palazzina Liberty. Il Festival di concerti di orchestre e cori giovanili, progetto per il futuro, sarà quest’anno legato a Bach, radice della nostra cultura musicale cui ritornare, e alla metodologia SCREAM dell’ILO (ONU), con attività dedicate al manifesto Music Against Child Labour.

Anche il cinema avrà la sua parte e sarà protagonista di “Ritorni al Futuro” con “Designing Futures: 26° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina” che dal 4 al 10 aprile occuperà spazi in tutta la città: Teatro dell’Arte/Triennale di Milano, Auditorium San Fedele, Spazio Oberdan, Institut Français Milan, Casa del Pane di Porta Venezia. 50 film, 30 Paesi, anteprime di rilievo che presentano le opere recenti di registi affermati, film acclamati dalla critica e premiati nei maggiori festival internazionali, il meglio del cinema contemporaneo che racconta e interpreta l’attualità di Africa,

il Festival del Cinema Adricano, Asiatico e dell'America Latina

Dal 4 al 10 aprile: Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina

Asia e America Latina. Un convegno dedicato a “I materiali del futuro” radunerà a Brera alcuni tra i principali esperti nazionali per spiegare come i materiali abbiano sempre svolto un ruolo essenziale nella società e quali saranno, presumibilmente, i nuovi materiali del futuro per risolvere i problemi cruciali dell’umanità. Appuntamento il 12 maggio alle ore 9 nella Sala delle Adunanze. Infine, creatività e futuro sarà il binomio alla base di “SuperDesign Show” – 12 al 17 aprile presso Superstudio Più in via Tortona e Superstudio 13 in via Forcella 13/via Bugatti 9 – il nuovo format di Superstudio per la Design Week 2016 che guarda al domani con prodotti innovativi, architetture temporanee, installazioni museali, padiglioni nazionali, mostre d’arte o di fotografia e un’area Tech-Design con progetti e tecniche di ultima generazione.

Eventi

In vino veritas Festa del vino, degustazioni in stile Street Food

A Milano in vino veritas
anche birre alla festa del vino

Birrificio Castagnero on the road

A Milano un fine settimana con lo street food come protagonista, Questa volta insieme al vino per un nuovo intrigante accostamento grazie a In vino veritas Festa del vino

 

A Scalo Romana, da venerdì alle 18.00 a domenica alle 24.00, arriva “In vino veritas”. Per i milanesi si tratta di una novità, la prima edizione è andata in scena a Torino in occasione di Halloween, ma promette di essere un successo. La formula, del resto, ricalca quella di altre iniziative simili come la «Street food parade», svoltosi con un’ampia affluenza di pubblico lo scorso ottobre in via Valtellina. A renderlo, però, originale c’è l’accostamento con il vino, rappresentato da un nutrito gruppo di aziende vinicole – una trentina – in arrivo da tutta Italia e che presentano una sessantina di

cibo per cani da strada

Uno spazio anche per gli amici a quattro zampe con dog sweet dog

etichette. Si potranno, dunque, assaggiare Barolo e Amarone, Chianti o Lambrusco ma anche le bollicine di Franciacorta o Recioto. Tutto ciò grazie a una formula che prevede l’ingresso gratuito e il bicchiere, con relativo porta bicchiere, in regalo con l’acquisto di cinque ticket. In questo modo potremo degustare passando da uno stand all’altro. Per degustare il vino occorrerà munirsi di scontrino alle casse centrali. I vini avranno costi differenti: due, tre o quattro ticket, ogni ticket costerà 2 euro e con cinque ticket, appunto, si potrà avere in omaggio il bicchiere.

Con il vino non mancheranno le specialità gastronomiche proposte da una ventina di truck-food, anch’essi provenienti da tutta Italia. Si potranno gustare gli arrosticini di Ape Scottadito, le patatine stile Usa di American Chips, i noodles di Castagnero on the road, la ribollita di Toscanacci on the road, le bombette pugliesi di Moto Grill Guzzi, la pizza fritta di Bello e Buono o i fritti da passeggio di Calamaro on the road, solo per fare qualche esempio

Spazio anche agli amici a quattro zampe, grazie al food truck «Dog Sweet Dog», specializzato nel cibo per cani.

 

L’elenco dei food truck presenti:

– Ape Scottadito (arrosticini e fritto ascolano)

– Castagnero on the road (noodles)

– La Toraia (panini gourmet con carne chianina toscana)

– Bbq for all (panini con carne americana originale)

– Da mama (panini con il polpo e polenta)

Bagel al Pastram di Giamilla Bakery

Bagel al Pastram di Giamilla Bakery

– The Gustibus (panini con carne di fassone)

– E20 di gusto (gnocco fritto)

– American chips (patate americane)

– Neri (specialità siciliane e napoletane)

– Tigella Bella (tigella)

– Toscanacci on the road (lampredotto, ribollita e tradizione toscana)

– Pizza e Mortazza (focaccia con la mortazza)

– L’antica farinata (la vera farinata cotta su forno a legna)

– Bello e Buono (pizza napoletana e pizza fritta)

– Focaracceria Umbra (cibo di strada umbro)

locandina dell'evento

La locandina di In vino veritas

– Be Tipycal (ristorante su ruote)

– Calamaro on the road (fritto di pesce)

– Moto Grill Guzzi (bombette pugliesi)

– Giamilla Bakery

 

“In Vino veritas” Scalo Romana (location completamente coperta), ingressi viale Isonzo 11 e piazzale Lodi (fermata MM3 Lodi T.I.B.B) orari venerdì 22 gennaio 18.00 – 00,00; sabato 23 gennaio 12.00 – 02.00; domenica 24 gennaio 12.00 – 00.00 – http://scaloromana.org/5/it/scalo-romana, info evento: tel. 338.1879471 – 342 68 20 320.