Browsing Category

Concerti

Concerti

Musicanti e le canzoni di Pino Daniele a Firenze

Musicanti una storia ispirata alle musiche di Pino Daniele
Musicanti Napoli Protagonista

Musicanti il Musical basato sulle musiche di Pino Daniele

Musicanti e le melodie di Pino Daniele arrivano a Firenze per un’unica data il 14 febbraio. Biglietti scontati su Alpostomio.com

Musicanti è uno spettacolo unico e sorprendente, con grandi interpreti, coreografie, una nuova storia e l’immenso patrimonio musicale di Pino Daniele. Una tessitura che mette in relazione canzoni, drammaturgia e tradizione partenopea per dare vita a una esperienza teatrale e musicale nuova e originale.

Una band dal vivo arricchisce lo show

Protagonista è Napoli, raccontata attraverso la musica del cantautore scomparso nel gennaio del 2015. Sul palco 10 attori/cantanti, 10 ballerini e, ad arricchire lo show, una band d’eccezione che si esibisce live suonando le storiche canzoni di Pino Daniele, colonna portante della storia, e proponendo gli arrangiamenti originali secondo la rigorosa direzione artistica di Fabio Massimo Colasanti, musicista di prestigio italiano e internazionale e stretto collaboratore

Musicanti una storia ispirata alle musiche di Pino Daniele

Musicanti una storia ispirata alle musiche di Pino Daniele

di Pino per più di vent’anni. Il progetto è nato, infatti, da un’idea di Fabio Massimo Colasanti, che ha iniziato a collaborare con Daniele dal 1996 e che è stato al suo fianco per un lungo periodo, dall’album Dimmi cosa succede sulla Terra del 1997 a La grande madre del 2012. Anni in cui il musicista e producer ha accompagnato l’autore di Napul’è anche durante i live. Dopo la scomparsa di Pino, Colasanti ha rilevato il suo studio romano e ha provato a ricostruire la sua vita, non solo dal punto di vista artistico.

Protagoniste le canzoni dei primi album di Pino Daniele

Nello spettacolo vengono interpretate le canzoni dei primi tre album di Pino Daniele e altre tratte dal repertorio successivo, che si mescolano con la drammaturgia e la tradizione partenopea: gli attori e i danzatori si muovono all’interno di una scenografia imponente. La narrazione è influenzata da quelle canzoni che hanno contribuito al rinnovamento epocale del nostro  panorama musicale e che fanno rivivere quella città orgogliosa e dispettosa, densa di culture e ricca di contraddizioni.

Musicanti nasce , da un'idea di Fabio Massimo Colasanti

Musicanti nasce da un’idea di Fabio Massimo Colasanti

Musicanti è curato dallo stesso Colasanti per la parte musicale, mentre i testi sono affidati a Alessandra Della Guardia e Urbano Lione e la regia è di Massimiliano Bruno. “La squadra è romana – spiega Colasanti – ma lo spirito è totalmente partenopeo, fedele alla lezione di Pino fin dagli arrangiamenti delle canzoni: in scena però non andrà l’artista, ma la sua musica”. La trama è dunque un pretesto per dare continuità a una serie di brani famosissimi, da Terra mia a ‘Na

Musicanti a Firenze il 14 febbraio

Musicanti un’unica data a Firenze il 14 febbraio

tazzulella ‘e cafè qui video –  fino a Chi tene ‘o mare, Bella ‘mbriana e tante altre.

Musicanti 14 febbraio Firenze OBIHall
Biglietti scontati su Alpostomio.com

Concerti Spettacolo

Con i Queen e Alpostomio cambia la musica!

I Queen con Bohemian Rhapsody hanno cambiato la musica. Sul suo sito e poi in televisione, Morgan «legge» e spiega Freddie Mercury e i Queen. Al via la campagna crowdfunding di Alpostomio

I Queen interpretano al meglio la rivoluzione musicale degli anni '70

I Queen nascono nel 1970 e da allora la musica non sarà più la stessa

Sono passati quasi 50 anni, eppure gli anni ’70 sono ancora qui e segnano se non proprio il nostro tempo almeno una parte importante del nostro gusto musicale e dell’immaginario collettivo. E se il 1969 del rock sarà ricordato per l’irruzione sulla scena dei Led Zeppelin, che pubblicano il loro primo album omonimo il 12 gennaio, un disco che già dai primi brani si presenta diverso e si configura come l’embrione dell’hard rock. Il 1970 sarà segnato da due avvenimenti: la fine dell’avventura dei Beatles e la nascita dei Queen. Riguardo i fab four, va ricordato come proprio in questi giorni cade un singolare ma significativo anniversario: i 50 anni del rooftop concert, il folle concerto sul tetto della Apple a Londra. Era il 30 gennaio 1969, quando i quattro ragazzi di Liverpool salirono sul tetto della loro casa discografica e con quella estemporanea esibizione cambiarono il modo di vivere e pensare la musica che divenne definitivamente spettacolo.

Il 27 giugno 1970, invece, a Truro in Cornovaglia, i Queen si esibirono per la prima volta in un concerto per beneficienza per la Crocerossa. I Sessanta, più spensierati e «leggeri» dei Beatles erano finiti e un’altra musica iniziava a farsi strada e la band formata da Freddie Mercury, Brian May, Roger Taylor e John Deacon ne sono stati tra i principali esponenti. Dialogavano con il rock «duro» ma soprattutto uscivano dagli schemi cercando vie originali.

Per approfondire, e apprezzare nel modo migliore, la musica dei Queen, l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, il prossimo sabato 2 marzo 2019 proporrà «I Queen, un tributo sinfonico», il concerto, che fa parte della stagione laVerdi Pops, vedrà laVerdi eseguire i brani della band inglese sotto la direzione del Maestro Giovanni Marziliano. Biglietti ultrascontati, ben del 60 % su Alpostomio.com. È sufficiente pensare al successo del film

con Bohemian Rhapsody i Queen in testa ai botteghini

I Queen interpretano al meglio la rivoluzione musicale degli anni ’70

Bohemian Rhapsody – senza dubbio il biopic musicale di maggior successo che, tra l’altro, in Italia è stato il film che ha ottenuto il maggiore incasso nel 2018 – per capire quanto la vicenda del gruppo composto da Freddie Mercury, Brian May, Roger Taylor e John Deacon sia ancora presente e significativo. E pensare che quando il brano fu inciso, nell’ottobre del 1975,  il manager John Reid si prodigò in tutti i modi per accorciarlo: una traccia di sei minuti per lui era troppo lunga per essere trasmessa dalle radio.

E invece proprio la lunghezza del pezzo testimonia la volontà del gruppo, soprattutto di Mercury, di uscire dal format angusto del rock per realizzare una canzone innovativa e rivoluzionaria. Già il titolo richiama la musica sinfonica e, soprattutto, la rapsodia, composizione che non segue uno schema fisso e si presenta piuttosto come un insieme di spunti melodici diversi tra di loro. E la struttura è decisamente insolita per un singolo di un gruppo rock, composta da cinque diverse parti. Si parte con un’introduzione solo corale, si passa a un tratto che sembra una ballata e termina con un assolo di chitarra, poi si passa all’opera, a una sezione di hard rock e si torna alla ballata per concludere con una parte con solo piano e chitarra.

Morgan spiega in televisione i Queen

Morgan spiega in televisione Bohemian Rhapsody

A spiegare come è strutturata Bohemian Rhapsody ci pensa Morgan che domani sera, giovedì 24 gennaio, su Rai2 condurrà uno speciale dedicato a Freiddie Mercury. L’ex frontman dei Bluvertigo offre una serie di anticipazioni della trasmissione sul suo sito e per l’occasione traduce e interpreta proprio il pezzo simbolo dei Queen.

E se la trasmissione sarà un evento imperdibile per ogni amante del rock, altrettanto importante è sostenere Alpostomio e la campagna di crowdfunding con Eppela. Cambiamo la musica Alpostomio.

Concerti Senza categoria Spettacolo

Vinci i biglietti di Thegiornalisti!

Al concerto dei Thegiornalisti con Alpostomio.com
Il contest di Natale e Vinci The giornalisti

Con Alpostomio.com puoi vincere i biglietti per Thegiornalisti

Vuoi assistere al concerto più atteso del prossimo 2019?
Vinci i biglietti di Thegiornalisti con Alpostomio.com

«Sold out», non è solo il titolo di una canzone di Thegiornalisti, ma è anche l’esito – ormai pressoché sicuro –  dei loro concerti. E il «LOVE Tour 2018» che si è concluso da poche settimane è lì a testimoniarlo: partito il 21 ottobre 2018 e andato sold out in poco tempo con oltre 115.000 presenze. E un ampio successo è previsto anche per la ripresa della prossima primavera, quando, a partire dal 26 marzo, la band capitanata da Tommaso Paradiso riprenderà a riempire i palazzetti. Un’attesa che è già spasmodica tanto che alcune date – quelle di Roma e Acireale (CT) – sono state raddoppiate e su altre è già appeso il cartello «Tutto esaurito». E se si eccettuano alcune date come la seconda di Acireale, non resta che sperare che qualcuno non possa più andarci e rivenda il suo biglietto su Alpostomio.com.

Un modo per assistere al concerto dei Thegiornalisti di Milano in realtà c’è, ed è anche gratuito, partecipare al contest di Alpostomio.com che mette in palio due biglietti per il concerto del 6 Aprile 2019 al Forum di Assago (Milano). Per partecipare è sufficiente iscriversi al gruppo Facebook CVB e mettere il like alla pagina Facebook Alpostomio e postare una foto sull’evento, scrivendo nel titolo: #alpostomiocontest #CVB #vinci#thegiornalisti + la mail con cui sei registrato su Alpostomio.

Chi otterrà più like entro il 20 Dicembre 2018 si aggiudicherà i due biglietti. È necessario, però, fare in fretta perché sono già molti quelli che hanno già mostrato la propria passione per la musica live postando la loro foto. Del resto, assistere a un concerto dei Thegiornalisti è un’esperienza indimenticabile. La band romana, infatti, oggi può essere tranquillamente definita il principale gruppo italiano, l’emblema del ricambio generazionale nella musica pop italiana negli ultimi anni e il miglior esempio di musica indie, in grado al loro quinto album, «Love» uscito lo scorso 21 settembre e andato subito in testa alle classifiche di vendita, di proporsi in modo nuovo, in grado di stemperare le  accuse di scelte musicali forse più facili e commerciali con una buona dose di ironia.

Marco Antonio "Rissa" Musella, Marco Primavera e Tommaso Paradiso

Marco Antonio “Rissa” Musella, Marco Primavera e
Tommaso Paradiso
la formazione di Thegiornalisti

Ma come sarà il tour primaverile dei Thegiornalisti?

Probabilmente ricalcherà quello appena concluso. Si partirà dunque con la recente «Overture», perfetta per accompagnare con ironia l’ingresso del gruppo per poi iniziare con «Zero stare sereno» in grado di portare subito a mille l’adrenalina sugli spalti e poi, di seguito, «Milano Roma» cui seguono alcuni pezzi storici come «Fatto di te», «Controllo», «Il tuo maglione mio» e «Vieni e cambiami la vita».

Dopo «Love», altri pezzi storici come Sold out, L’ultimo grido della notte Io non esisto e Proteggi questo tuo ragazzo, Fine dell’estate e Completamente, per poi tornare ai pezzi dell’ultimo album come «Una casa al mare» e «L’ultimo giorno della Terra». La parte finale mischia pezzi recenti come Questa nostra stupida canzone d’amore, New York, Dr. House e Felicità puttana, Senza e Riccione

 

Le date del prossimo tour di Thegiornalisti

Jesolo Palazzo del Turismo: 26 marzo 2019

dal 26 marzo le nuove date del Love Tour dei Thegiornalisti

Riprenderà il 26 marzo da jesolo il Love tour dei Thegiornalisti

Eboli Palasele: 28 marzo 2019

Acireale Pal’Art Hotel: 30 marzo 2019

Acireale Pal’Art Hotel: 31 marzo 2019

Bari: PalaFlorio: 2 aprile 2019

Reggio Calabria: PalaCalafiore: 3 aprile 2019

Assago Mediolanum Forum: 6 aprile 2019

Firenze Nelson Mandela Forum: 7 aprile  2019

Roma Palazzo Dello Sport: 11 aprile 2019

Roma Palazzo Dello Sport: 12 aprile 2019

Assago Mediolanum Forum: 15 aprile 2019

 

Concerti Spettacolo

Nina Hagen a Zurigo

Nina Hagen la leggenda è tornata
Nina Hage la leggenda del Punk rock a zurigi

Nina Hagen a Zurigo 20 ottobre

Nina Hagen a Zurigo. L’indiscussa regina del Punk Rock è alla choller halle di Zurigo per un concerto sold out da tempo. Alpostomio.com propone un biglietto scontato del 40%! 40 euro invece di 70 euro.

Chi non ricorda African Reggae, la colonna sonora di una generazione, e gli album di Catharina “Nina” Hagen, l’artista nata a Berlino Est e capace di rivoluzionare la musica degli anni ’80

Punk e lirica, la rivoluzione continua

L’artista che con le sue performance vocali – da giovane ha studiato da cantante lirica e si sente – i suoi acuti e lasua voce, ma anche il suo look, ha dato dignità artistica a uno stile musicale e a un intero movimento.

Leggendari i suoi concerti e le sue interpretazioni quando,  negli anni ’80 e oltre, giocava con la i grandi del passato dando nuovo smalto a pezzi come My Way o Fever, il  brano reso famoso da Peggy Lee negli anni ’50.

l’unica artista capace di passare dal repertorio Rock a quello classico con brani ormai diventati storici come Naturträne

Irriverente e provocatoria, sempre al limite e sempre avanti, Nina Hagen è in tournée, ma senza date italiane.  La

tappa del suo tour più vicina è  il 20 ottobre a Zurigo. su Alpostomio.com è in vendita un biglietto a un prezzo scontatissimo 40 euro per una serata con la leggenda del Punk

 

 

 

Concerti Senza categoria Spettacolo

la Verdi celebra il grande Rock

il grande Rock celebrato da La Verdi
Jimi Hendrix uno deipadri del Rock

Jimi Hendrix nel 1967 pubblica i suoi due primi album

Il grande Rock ha compiuto 50 anni e l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi lo celebra con una serata speciale dedicata ai grandi artisti che ne hanno fatto la storia

ROCK AROUND laVERDI

Puoi trovare i biglietti scontati a 16,67 euro invece di 40,25, scontati del 58% su https://www.alpostomio.com/it/ticket/573

Sabato 21 aprile 2018, ore 20.30

Auditorium di Milano, largo Mahler

L’Orchestra #LaVerdi celebra il grande Rock

Un viaggio tra i grandi miti della musica rock eseguiti da una grande orchestra sinfonica che non è nuova a queste contaminazioni. Dal genio di Jimi Hendrix che nel 1967 pubblica i suoi due primi album con brani come Foxy Lady, Fire, Little wing, ai Doors che debuttano ufficialmente lo stesso anno in America consegnando alla storia

Frank-Zappa geniale e unico

Frank-Zappa il suo genio ha cambiato la musica

successi quali Light my Fire e Strange days, fino ai Beach boys che con Good vibrations sono protagonisti di una svolta stilistica che ancora oggi stupisce per modernità e arrangiamenti. In Inghilterra i Beatles pubblicano due album capolavoro: #Sgt. Peppers Lonely Heart e Magical Mystery Tour, mentre il rock progressivo grazie a Procol Harum in Inghilterra e The Velvet Underground con Lou Reed in America sale alla ribalta mondiale con  A whither shade of pale e Sunday Morning. In questa celebrazione dei cinquant’anni del rock non può mancare l’omaggio alla follia geniale di #Frank Zappa con

L'album Doors è uscito nel 1967

L’album Doors, del 1967 il primo della band

Plastic People e la proposta di brani intramontabili come Happy Together (The Turtles), My Girl (The Mamas and Papas) Lucifer Sam, She’s a Rainbow (Pink Floyd), Ruby Tuesday  (Rolling Stones), I’m a Believer (Monkees) e tanti altri.

Ogni brano, arrangiato da Ivan Merlini, è stato scrupolosamente scomposto dagli arrangiamenti originali e riscritto per orchestra sinfonica sfruttando le caratteristiche peculiari di tutti gli strumenti e suoni disponibili creando un grande dialogo fra fiati ed archi che si palleggiano le melodie portanti e i cori. A dirigere l’Orchestra Verdi in questa nuova avventura sarà Andrea Oddone.

Musiche di  Jimi Hendrix – Beach Boys – The Turtles – The Beatles – Velvet Underground – Rolling Stones – The Monkees – The Who – Pink Floyd – Jefferson Airplane – The Birds – Brian Auger – The Doors – Frank Zappa – Mamas and Papas – Procol Harum

Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi

copertina di Sgt. Peppers Lonely Heart

Sgt. Peppers Lonely Heart anch’esso del 1967

Arrangiamenti Ivan Merlini

Direttore Andrea Oddone

biglietti su https://www.alpostomio.com/it/ticket/573

Concerti Spettacolo

The Script a al Forum ad Assago

The Script a Milano
freedom Child il tour dei The sript

Freedom Child il quinto album dei The Script che dà anche il nome al loro tour 

Il pacifismo electro-pop dei The Script a Milano

Biglietti su https://www.alpostomio.com/it/cat/10/musica-leggera–rock–pop—-

Paolo Carnevale per Il Corriere della Sera Milano descrive il pacifismo electro-pop dei The Script questa sera ad Assago

Stasera al Forum di Assago

 

«La libertà di espressione è una delle cose più importanti nella vita ed è ciò che ci ha ispirato. L’unico modo per vincere l’odio è l’amore». È questo il messaggio lanciato dai The Script, la band irlandese attesa stasera al Forum di Assago (via di Vittorio 6, ore 21) con «Freedom Child», il quinto album di una carriera che vanta quasi 30 milioni di dischi venduti, grazie, a una fusion di pop e rock, electro e hip hop, melodie orecchiabili e ritornelli canticchiabili. Il trio di Dublino, che schiera la medesima formazione da oltre 15 anni, ossia il frontman Danny O’Donoghe, il

The Script trio di Dublino da 15 anni assieme

The Script a Milano il trio di Dublino è insieme da 15 anni 

chitarrista Mark Sheehan e il batterista Glen Power, pur rimanendo fedele al proprio stile, bilancia una virata verso il pop radiofonico con liriche e testi più impegnati. Come in «Divided States Of America», dove  c’è un appello contro le armi, oppure nella title track, che tocca il tema del terrorismo. Su un palco ricco di effetti speciali creati da parallelepipedi luminosi, The Script a Milano proporranno anche le hit più famose come «We Cry», «Superheroes», «If you could see me now», «Breakeven» e «Hall of Fame».

Alcuni pezzi fra i più famosi che suoneranno stasera i The Script a Milano

We Cry»

“Superheroes»,

«Hall of Fame»

https://www.youtube.com/watch?v=mk48xRzuNvA

The Script – Freedom Child Tour Manchester Arena 2 marzo 2018

Concerti Spettacolo

Altro che Sanremo! La grande musica è all’Auditorium di Milano

immagine profilo Dosto & Yevski

Diciamo la verità il festival di Sanremo e la grande musica sono due cose diverse.

Per scoprirlo https://www.alpostomio.com/it/cat/12/musica-classica

Dosto & Yevski e Donna Olimpia all'Auditorium di Milano

Dosto & Yevski e Donna Olimpia, grande musiica e divertimento assicurati

Se cerchiamo emozioni, grande musica e divertimento dobbiamo andare all’Auditorium di Milano per lo spettacolo Sinfollia Allegro confuso ma non troppo con Dosto & Yevski,, Donna Olimpia e l’Orchestra Verdi. Un concerto comico, insolito, originale. Perché quando la musica incontra la comicità diventa veramente irresistibile!

Uno spettacolo dove musica e comicità si rincorrono creando situazioni e gag esilaranti supportate da una raffinata maestria musicale: Mozart, Verdi, Rossini, Bizet, Vivaldi, ma non solo.

Ancora pochi biglietti scontati del 58% su Alpostomio per gli spettacoli del 9 e 11 febbraio

https://www.alpostomio.com/it/cat/12/musica-classica

 

immagine profilo Dosto & Yevski

Immagine del profilo di Dosto & Yevski

 

Ecco un promo di un’edizione dello spettacolo Dosto & Yevski

https://www.youtube.com/watch?v=TGKJmqNESO8

Concerti Senza categoria Spettacolo

SinFollia allegro confuso ma non troppo all’Auditorium di Milano

Donna Olimpia con Dosto & Yevski
Donna Olimpia con Dosto & Yevski

Donna Olimpia con Dosto & Yevski propongono il lato più divertente della musica classica 

 

SinFollia allegro confuso ma non troppo

Un nuovo irresistibile appuntamento della rassegna laVerdi Pops. Dosto & Yevski con Donna Olympia debuttano sul palco dell’Auditorium con l’Orchestra Verdi in una riedizione del loro fortunato spettacolo Sinfollia, un concerto comico e insieme un viaggio teatrale e musicale.

Temi famosi di Mozart, Verdi, Rossini, Bizet, Vivaldi, vengono rivisitati musicalmente, con la complicità di una grande Orchestra sinfonica, in un crescendo di folle comicità e humour che non permette agli spettatori di restare seri e indifferenti. È una musica che sorride e irride, che si diverte e fa divertire, capace di incanalarsi nei binari del comico e della parodia. Il duo comico musicale che vede Dosto al pianoforte e Yevski al contrabbasso ha iniziato la propria attività nel ’91 e dal ’99 si è unita la cantante Donna Olimpia. Insieme si sono esibiti nei teatri di tutto il mondo e partecipato a molte trasmissioni radiofoniche di Rai Radio 2 e Rai Radio 3.

 

SinFollia allegro confuso ma non troppo

Un concerto comico scritto, diretto e interpretato

da Dosto&Yevski con Donna Olimpia

Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi

Venerdì 9 Febbraio 2018 ore 20.00

Domenica 11 Febbraio 2018 ore 16.00

Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, Largo Mahler

BIGLIETTI SCONTATI su https://www.alpostomio.com/it/cat/12/musica-classica

16,67 euro anzichè 35 euro

Concerti Spettacolo

Rejoice Gospel Choir al teatro Delfino di Milano il 2 dicembre

Rejoice Gospel Choir al teatro Delfino
Rejoice Gospel Choir tornano a Milano al teatro Delfino

Rejoice Gospel Choir torna a Milano al teatro Delfino

Rejoice Gospel Choir tornano a Milano al teatro Delfino con We say again Rejoice e, come sempre, con tante novità, quest’anno verranno accompagnati dal famoso coro danese I Conquerors

Su https://www.alpostomio.com/it/ticket/389 biglietti scontati del 19%

Due cori travolgenti, due stili, due culture diverse, e un’unica passione per la musica Gospel, I Rejoice Gospel Choir diretti da Gianluca Sambataro e i Conquerors da Copenaghen diretti da Claes Wegener si alterneranno sul palco del teatro Delfino per uno spettacolo internazionale di musica che lascerà senza fiato e coinvolgerà tutti con grande emozione.

Come scrive il Corriere della Sera, 10-01-2016, Rejoice Gospel Choir “Sono italiani, ma cantano con tutta la forza dello spirito

Rejoice Gospel Choir il coro gospel italiano più famoso

Il Rejoice Gospel Choir è italiano non ha nulla da invidiare ai maggiori cori afro-americani

religioso afro-americano, per i 70 elementi del Rejoice Gospel Choir la musica è come un’esperienza di fede. Questo ensemble ha fuso il messaggio di lode all’Altissimo con lo swing Il jazz e il pop”. Spaziano, infatti, dal Gospel americano alle linee melodiche di quello europeo senza tralasciare gli Spiritual. Sono sempre guidati dal loro Pianista e Direttore Artistico Gianluca Sambataro (da ormai 10 anni), dalla batteria vocale di Marco Sambataro, dal basso elettrico di Marco Gianotti e dalle tastiere di Maurizio Brambilla.
Il Rejoice Gospel Choir si è esibito su palchi prestigiosi: nel 2016 all’Open Theater di Milano Expo e all’Auditorium di Milano con Joyce Yuille e i Gospel Times; Sono stati il primo Coro Italiano a calcare la scena del Blue Note per due anni consecutivi, registrando il tutto esaurito.
Gianluca Sambataro è un eccellente pianista, cantante, vocal coach, compositore ed arrangiatore di straordinaria sensibilità. Con la sua energia trasforma ogni concerto in una vera e propria festa collettiva che coinvolgerà tutta la platea in una grande performance.

Rejoice Gospel Choir in un’esibizione del 2015 da youtube

https://www.youtube.com/watch?v=CrnNFrDSTg0

I Conquerors
sono una formazione di 45 elementi provenienti direttamente da Copenaghen che offrono un repertorio di gospel

I Conquerors il gruppo Gospel più famoso in Danimarca

Claes Wegener leader dei Conquerors

moderno e funky, di matrice americana e personalmente composto dal direttore Claes Wegener.
Si sono esibiti in Danimarca e all’estero su prestigiosi palchi, come la Aarhus Concert Hall, Ohio, USA, alle elezioni generali nel 2015,a Tivoli/Usa.
I Conquerors sono ambasciatori per TUBA, associazione di terapia e consulenza per i bambini vittime di abusi alcolici e per Dan Missions Lucia Gospel Relay.

I Conquerors e Claes Wegener da youtube

https://www.youtube.com/watch?v=jOuGWMAi0eM&list=PL91C17D2F083A1EED

We say again Rejoice Teatro Delfino 2 dicembre ore 21

Concerto di Rejoice Gospel Choir e i  Conquerors

biglietti scontati del 19% su https://www.alpostomio.com/it/ticket/389

Concerti Spettacolo

Alessandro Cerino con Secondo me, Napoli all’Auditorium di Milano

Alessandro Cerino All'Autitorium presenta la sua Napoli
Alessandro Cerino con Secondo me, Napoli all’Auditorium di Milano

Alessandro Cerino reinterpreta la canzone napoletana con l’Orchestra sinfonica di Milano Giuseppe Verdi

Alessandro Cerino torna all’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo sabato 16 Dicembre 2017 ore 20.30 con un concerto dedicato al repertorio tradizionale della “sua” Napoli in versione sinfonico-jazz.

Biglietti scontati a 16,67 euro invece di 35 euro su https://www.alpostomio.com/it/ticket/385

Per la rassegna laVerdi Pops torna il polistrumentista e compositore napoletano Alessandro Cerino che festeggia i suoi 35 anni di carriera. Per l’occasione sarà lo stesso Sandro Cerino a dirigere l’Orchestra Verdi affiancata da un trio jazz e due noti cantanti napoletani, Massimo Masiello e Daniela Fiorentino, per proporre in una inedita veste i grandi classici della canzone napoletana come Te voglio bene assaje, Core ‘ngrato, Lacreme napulitane, Munasterio ‘e S.Chiara, Simmo ‘e Napule paisà, Funiculì funiculà fino alla celeberrima ‘O sole mio. Sul palco dell’Auditorium, per raccontarci la napoletanità e introdurci nel suo affascinante mondo musicale, ci sarà anche il giornalista e presentatore Antonio Lubrano.

Daniela Fiorentino all'Auditorium di Milano

Daniela Fiorentino sul palco con Massimo Masiello interpreta la Napoli della tradizione

Un estratto di un concerto di Alessandro Cerino

www.youtube.com/watch?v=fOlBVxUEIvs

un alto estratto da Youtube

https://www.youtube.com/watch?v=zxLCLppNJcs

 

Secondo me, Napoli Sabato 16 Dicembre 2017 ore 20.30 Auditorium di Milano Fondazione Cariplo

Alessandro Cerino con Orchestra sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, Trio jazz (Roberto Piccolo, Tony Arco, Elio Marchesini), Voci Massimo Masiello e Daniela Fiorentino, Voce narrante Antonio Lubrano.

Sandro Cerino festeggia i suoi 35 anni di carriera

Alessandro Cerino torna all’Auditorium di Milano e festeggia i suoi 35 anni di carriera

Biglietti a 16,67 euro su https://www.alpostomio.com/it/ticket/385.